Marina Militare: Nave Anteo e COMSUBIN impegnati a largo della Sicilia

Marina Militare: Nave Anteo e COMSUBIN impegnati a largo della Sicilia

La Marina Militare ha impiegato Nave Anteo e gli operatori del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori (COMSUBIN) al largo delle coste della Sicilia meridionale per la ricognizione del fondo e delle infrastrutture sottomarine del campo off-shore “Vega”.

L’intervento rientra nell’ambito dei controlli ambientali svolti dalla Direzione Generale per le Infrastrutture e la Sicurezza dei Sistemi Energetici e Geominerari del Ministero dello Sviluppo Economico (DGISSEG).

Nella complessa operazione sono stati impiegati i palombari e i veicoli subacquei R.O.V. (remotely operated vehicle) per ispezionare e raccogliere materiale di campionamento.

“Vega” è la più grande piattaforma petrolifera fissa italiana. È stata appoggiata a febbraio del 1987, su un fondale di circa 122 metri di profondità d’acqua.

La collaborazione tra la nostra Marina Militare e il MiSE rappresenta una preziosa opportunità che consente di ottimizzare l’impiego delle rispettive risorse nel comune interesse del Paese e fornire alla comunità scientifica dati aggiornati sulle aree marine di maggior interesse, con l’obiettivo di tutelare la sicurezza dell’ambiente marino e più in generale gli interessi nazionali sul mare e nel mare.

Un altro grande impegno a favore della collettività che si realizza grazie alle capacità operative trasversali e flessibili della nostra Marina Militare.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo