MANOVRA2021: 38 MILIARDI PER LAVORO E WELFARE

MANOVRA2021: 38 MILIARDI PER LAVORO E WELFARE

in Uncategorized

1 minuto fa

0 Visite

Con la Legge Bilancio 2021, approvata nei giorni scorsi in Consiglio dei Ministri, stanziamo oltre 38 miliardi per aiutare il tessuto sociale e produttivo ad affrontare e superare l’emergenza.

In tal senso è orientato il pacchetto di misure per il lavoro e il welfare che comprende:

– Sgravi al 100% per le aziende che assumono lavoratori under 35.
– Sgravi al 100% per le imprese che assumono donne disoccupate al Sud e per quelle che assumono donne disoccupate da almeno 24 mesi nel resto d’Italia.
– Proroga della decontribuzione al 30% per le aziende del Mezzogiorno.
– Rinnovo di Ape sociale e Opzione donna.
– Ampliamento della platea del contratto di espansione attraverso l’estensione dei criteri di accesso per le imprese (da 1.000 a 500 dipendenti).
– Rifinanziamento del taglio del cuneo fiscale entrato in vigore lo scorso luglio che prevede l’aumento fino a 100 euro mensili in busta paga per i dipendenti con reddito annuo entro i 40mila euro.
– Ulteriori 12 settimane di cassa integrazione Covid gratuita per tutte le imprese e proroga fino a fine marzo del blocco dei licenziamenti.
– Fondo da 500 milioni per le politiche attive.
– Finanziamento del fondo di indennizzo per cessazione delle attività commerciali.
– Fondo da 4 miliardi a favore delle imprese più colpite dell’emergenza.
– Proroga del bonus natalità per il 2021 e, da luglio, assegno unico per i figli fino a 21 anni di età.
– Fondo caregiver da 25 milioni.
– Riconoscimento della piena anzianità contributiva dei part-time verticali ciclici ai fini della pensione.
– Rifinanziamento a regime del fondo per l’assistenza dei bambini affetti da malattie oncologiche.
– 100 milioni nel biennio 2021/22 per l’apprendistato duale.

Con questa Manovra costruiamo un solido ponte per aiutare il Paese a superare questa crisi, varando ulteriori incentivi per le imprese, nuove misure di sostegno all’occupazione e tutelando il potere d’acquisto delle famiglie.




Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini