Manovra, le importanti misure per la tutela degli animali

Nella nuova Legge di Bilancio non solo misure a favore del tessuto produttivo del Paese, fortemente provato dalla pandemia in corso, ma anche norme importanti a favore dei nostri amici animali portate avanti dal MoVimento 5 Stelle.

Presente infatti in Manovra una battaglia storica sul randagismo che prevede lo stanziamento di un fondo di 10 milioni per la messa a norma di rifugi per cani randagi per i comuni in dissesto, pre-dissesto o strutturalmente deficitari.

Un provvedimento molto importante poiché il randagismo è un fenomeno ancora molto diffuso nel nostro Paese, sebbene in alcuni casi non se ne conoscano le dimensioni esatte a causa della carenza di dati completi e di numeri aggiornati.

Inoltre grazie al lavoro del Movimento 5 Stelle aumentiamo da 500 a 550 euro il tetto massimo per le spese veterinarie detraibili e istituiamo il “Centro nazionale di accoglienza degli animali confiscati” di specie esotiche Cites presso il Comando dei Carabinieri Forestali.

Infine, sempre grazie a un emendamento del Movimento 5 Stelle, abbiamo istituito un fondo una tantum di un milione di euro per il prossimo anno presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare dedicato al recupero della fauna selvatica e destinato ad associazioni riconosciute che gestiscono centri di cura e recupero. Queste misure rappresentano sicuramente importanti passi per la tutela degli animali.



Di Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali:

FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali