Maltempo costa pontina – Pernarella (M5S Lazio): abusi decennali hanno compromesso assetto idrogeologico. Solidarietà a cittadini colpiti

Roma, 30 settembre – “Non possiamo più sorprenderci degli eventi calamitosi che sempre più violentemente colpiscono i nostri territori e anno dopo anno si moltiplicano. Questa volta la conta dei danni la dobbiamo fare a Sabaudia, dove sono stati innumerevoli gli alberi abbattuti e le colture distrutte, e in modo ancora più devastante a Formia, dove fiumi di fango sono venuti giù da Santa Maria La Noce, collina cittadina deturpata, la scorsa estate, dagli incendi e dai decennali abusi, sanati nel corso degli anni, ma che hanno comunque compromesso l’assetto idrogeologico del territorio”.

Così in una nota Gaia Pernarella, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle del Lazio.

“Sappiamo tutti molto bene – continua Pernarella – che è solo per un caso fortuito che oggi, mentre guardiamo con timore il cielo di nuovo grigio e carico di pioggia e siamo sconfortati per i danni, non piangiamo feriti, o peggio vittime, di questo ennesimo disastro che non è solo figlio del cambiamento climatico e della “Natura Matrigna”. Abbiamo tutti delle responsabilità ma anche il dovere di confrontarci con la nuova realtà che abbiamo intorno: per questo è sempre più fondamentale mitigare i rischi connessi agli eventi meteorologici avversi. Soprattutto attraverso una transizione ecologica che riequilibri gli eccessi e restituisca alla natura quello che le abbiamo tolto e che ora, lo vogliamo o no, si riprenderà, se non cambiamo ancora più decisamente rotta, come nel Lazio stiamo già provando a fare”.

“Nel mentre, tutta la mia solidarietà va ai cittadini, agli operatori di Protezione Civile e a tutti coloro che sono coinvolti nell’emergenza, che ieri ed oggi non si sono risparmiati ed hanno imbracciato la pala per ridare dignità alle nostre città”, conclude la consigliera regionale M5S.



Di M5S Lazio:

FONTE : M5S Lazio