Ma sostituire Conte con un politico come altri come lo giustificate?

I titolisti di Repubblica si superano: Draghi, persona assolutamente ingenua, quasi un emulo di Alice nel paese delle meraviglie, sarebbe stato “colpito” dal disagio sociale!

“Colpito”, dopo che tutti stiamo assistendo ad una continua erosione della fiducia dei cittadini nei confronti dello Stato, dopo che ristori e sostegni vengono da tutti ritenuti insufficienti e tardivi, equivale a dargli del “fuori dalla realtà”, per non dire del “rin….”.

Ma, non contenti, aggiungono che “ora è pronto alla sfida sul PIL”.

Se Draghi è stato chiamato a sostituire Conte, la giustificazione di chi ha voluto tale cambio era ed è che a livello economico e finanziario l’ex Governatore della BCE avrebbe immediatamente restituito fiducia ai mercati finanziari internazionali sul futuro dell’Italia, data la sua capacità di imprimere immediatamente un’inversione ad U alla politica economica del Governo.
Se solo ora Draghi “è pronto” alla sfida sul PIL, beh, ce n’ha impiegato di tempo….ad esser gentile.

Per me tutto questo, pensato per giustificare e dunque difendere Draghi di fronte l’assenza di risultati significativamente diversi rispetto all’esecutivo Conte, significa sminuire Draghi, rendendolo un politico come altri.

Ma sostituire Conte con un politico come altri come lo giustificate?


Nicola Morra