Ma duri e puri, de che???

Pare, davvero pare, ma lui ci vuole pensare bene; ancora gli fa male la ferita alla schiena. Insomma, Enrico Letta, sembra destinato ad essere , il nuovo segretario del PD. Ma non esistono, nelle istituzioni, uomini che non siano stati legati a Goldman Sachs? Perché , pure lui, brava persona, per carità! Ma già essere nipote di Gianni, uomo legato mani e piedi a Berlusconi, non depone. Poi, un passato presso una delle banche d’affari, dove sono passati ministri ed uomini dello stato italiano, e, guarda caso, partecipante alla spartizione dei beni dello stato italiano, non depone proprio a suo favore. Così, se c’era una piccola possibilità di cambiamento a sinistra del Pd, é bella che andata. Si cambia tutto, per tornare indietro.
Ed ecco la guerra costante, imperterrita, pedissequa, continua contro Conte, e, tutto il m5s, nelle trasmissioni televisive, anche con grandi stridii di unghie sugli specchi. Ieri sera, il professore, filosofo prezzemolo della televisione, Cacciari concionava con veemenza contro l’immobilità del governo giallorosa Conte2. Secondo il suo dotto parere, il governo defenestrato da una congiura di palazzo, era un governo di nullafacenti. Testuale: non faceva nulla, oltre curare la pandemia, bene é stato mettere Draghi, il quale sta cambiando verso alla politica. Certo, ancora non ha dato i sostegni, ma, vedrete che, per maggio, tutt saranno soddisfatti,sotterrati. Eh no, così é facile caro filosofo, così vale tutto, abbiamo cambiato perché non facevano nulla, ora questo drago della finanza, sta cercando di capire come dare i sostegni? Gli viene male il verbo dare , al Mario nostro, di solito, lui prende. Ora dici, diamogli tempo, ma di cosa vivranno, quelli che reclamavano tutti i giorni in tv contro il governo, ed ora stanno zitti, ah no, ora , non li intervistano più, prima servivano a farvi convincere che quel governo era immobile. Quando arriverà il tempo del sostegno, glieli si portano al cimitero? Caro Cacciari, potevi dirlo prima che ti piaceva il renzusconi, quel governo che ci stava togliendo tutto, e, che solo il referendum ha bloccato, altrimenti, anche le mutande ci toglieva, e, ci avrebbe pure accusato di atti osceni in luogo pubblico. Ecco, questo, forse , era il tuo desiderio. Non il nostro.
Spengete la tv. Spengete la tv . Spengete la tv. Ritornate a vivere come vivevano i nostri avi. Quando si potrà , incontriamoci in galleria. Vediamoci al bar. Parliamoci al pub, ma smettiamola di sprecare tempo con le discussioni per chat. Per esempio, ricevo richieste di amicizia da ragazze procaci, che ti invitano a guardare, pagando i loro video scabrosi. Poi, leggi bene gli inviti e spiegazioni, e, ti accorgi che dietro a tutte queste richieste , ci sono,organizzazioni di uomini che si spacciano per Marise, marie, giovanne. Meglio, molto meglio parlare di persona , si ha possibilità di cogliere tutte le sfumature della voce, tutti gli impercettibili segni della empatia, e/o antipatia. Torniamo ad alterarci, ad abbracciarci, a cantare insieme, a discutere, anche di un granello di sabbia, o, dell’universo, e, di come sia nato. Oggi siamo miliardi di persone, ma non riusciamo ad essere una coppia, figuriamoci un popolo!
E torno al popolo dei duri e puri, che vogliono, anche loro crearsi una patente reazionaria. Intanto dovreste essere in grado di sfidare la morte vera, quella fisica, per il vostro ideale. Siccome vivete di telefonini, di internet, di chat elettroniche, utilizzate vetture a gas, gasolio, benzina, elettriche, ibride, beh, mi pare , che siete ben inseriti dentro questa società , quindi, quali duri e puri? Siete solo alla ricerca di visibilità . E, non mi parlate di democrazia, quelli democratici, accettano il verdetto di una votazione, voi no. Avete impugnato il risultato dicendo che il quesito era posto in maniera contorta ed incomprensibile? Parlate per voi. Io l’ho letto. L’ho capito, ed avrei votato No, ma, memore del saluto di Conte, e, della sua promessa finale: Io ci sono, e, ci sarò, ho creduto giusto dare credito a lui, piuttosto che, alla mia irrazionale decisione. Mia madre, mi ha insegnato a contare fino a dieci, prima di rispondere, anche solo per dire, non lo so. Ora sperate che , come gruppo avrete seguito? Lo spero, lo giuro, anche perché , resto sempre sulla sponda del fiume , e , vi vedrò, certo che passerete davanti ai miei occhi.

E potrò urlarvi, duri e puri, de che???

Franco Ferrari