M5s, variante Aurelia. Mencarelli “Progetto vecchio e inadeguato, non risolverà i problemi del traffico”

M5s, variante Aurelia. Mencarelli “Progetto vecchio e inadeguato, non risolverà i problemi del traffico”

20 maggio 2021

Inevitabilmente il sindaco Persiani risponde al neo Comitato No Variante Aurelia con una chiusura. Non che mi aspettassi l’apertura di un dialogo costruttivo perché le occasioni nelle quali l’amministrazione ha mancato di dialogare con la cittadinanza sono state molte, dal Regolamento del Commercio alla recente installazione del servizio igenico in Piazza Pellerano.

M5s, variante Aurelia. Mencarelli “Progetto vecchio e inadeguato, non risolverà i problemi del traffico” - M5S notizie m5stelle.com
Luana Mencarelli

La giustificazione è sempre la stessa: la responsabilità di qualcun altro.

Nella sua risposta il Sindaco si rivolge ai membri del Comitato come fossero cittadini sciocchi o dispettosi che si oppongono al “cambiamento” della città senza alcuna motivazione. Ci si dimentica che in quell’area dimenticata negli anni dalla politica locale, la gente non è stata ferma ad aspettare, ma si è data da fare per costruirsi una vita nonostante i disagi. C’è chi ha cercato di trarre sostentamento da quelle terre, chi ha persino dato vita ad aziende biologiche, chi ha trasformato la propria casa in Bed&Breakfast e chi ha superato il degrado con la ristrutturazione dei propri immobili.

Questo progetto vetusto, pensato 20 anni fa, rischia di cancellare tutti questi sforzi oltre a causare l’esposizione dei residenti ad ulteriori agenti inquinanti con l’aumento del traffico veicolare, in aggiunta a quelli dovuti al passaggio del treno e del traffico pesante già esistenti. Il Comitato ha ragione quando dice che questo progetto è stato disegnato su un piano di sviluppo della città che non è mai avvenuto e che il Regolamento Urbanistico ha fatto di questa zona un’area agricola residuale.

Un’altra criticità è l’accesso al nuovo tracciato, con una rotonda in salita attorno alla quale i camion dovranno ruotare, proprio di fronte all’OPA, quella stessa struttura che quando serve tutti definiscono un’eccellenza che il nostro territorio non deve perdere. E’ veramente il colmo.

Sarebbe bene invece spiegare come mai l’amministrazione ha fatto sapere ai cittadini di poter presentare osservazioni con 20 giorni di ritardo, giorni in meno per l’esercizio del loro diritto.

Le parole del Sindaco “Vogliamo sempre che il mondo cambi, ma a casa di qualcun altro” sono irricevibili come critica al Comitato perché quel cambiamento passerebbe appunto da casa d’altri.

Cons. Com. Luana Mencarelli






Di Massa5Stelle:

FONTE : Massa5Stelle