M5S, sicurezza. Benussi “La destra fa solo propaganda, noi affronteremo il problema senza riserve ideologiche”

M5S, sicurezza. Benussi “La destra fa solo propaganda, noi affronteremo il problema senza riserve ideologiche”

18 settembre 2020

M5S, sicurezza. Benussi “La destra fa solo propaganda, noi affronteremo il problema senza riserve ideologiche” - m5stelle.com - notizie m5s

Antonio Benussi

“Stiamo leggendo dichiarazioni rilasciate da candidati, soprattutto di destra, in tema di sicurezza e giustizia ben sapendo che l’attuale situazione di carenza d’organico e mezzi per le forze dell’ordine nonché di mancanza di certezza della pena non può che ricadere anche su di loro” dichiara il candidato 5 Stelle Antonio Benussi che continua “sono stati i loro Governi nel corso di questi ultimi anni a varare leggi che hanno permesso un annacquamento delle misure restrittive in carcere e una riduzione degli organici anche dei Tribunali e degli Uffici preposti alla sorveglianza dei detenuti.

Facciamo alcuni esempi:
2° Governo Berlusconi – Ministro della Giustizia Castelli della Lega
Condono per i coimputati (2003). Col decreto 143 del 24 giugno 2003, presunta “interpretazione autentica” del condono, il governo inserisce anche coloro che hanno “concorso a commettere i reati”, anche se non hanno firmato la dichiarazione fraudolenta.
In particolare vorrei ricordare la L. 226 del 2004 con la quale veniva un duro colpo al ricambio generazionale nelle forze di Polizia in quanto venivano bloccati i concorsi pubblici per assumere gli Agenti, facendo precipitare gli organici ai livelli minimi attuali con una età media di oltre i 50 anni.
Nonché le altre leggi che hanno accorciato i tempi di prescrizione dei reati e ridotto la permanenza in carcere, come ad es la ex Cirielli, del Novembre 2005
3° Governo Berlusconi
Negli anni 2008-2011 venivano effettuati tagli al sistema sicurezza per oltre 3 miliardi Euroe che il Ministro Tremonti ha pure bloccato per anni gli aumenti alle forze dell’ordine derivanti dalla progressione in carriera.
Anche quelli di sinistra hanno le loro responsabilità infatti nel 2006 hanno approvato l’ Indulto, mentre l’ultimo governo di Centro sx ha varato una riforma dell’ordinamento penitenziario in senso ancora più lassista e permissivo per i detenuti, (niente carcere fino a 4 anni di pena) annullando quindi i tanto sbandierati aumenti di pena per ladri e rapinatori .
“Per questo motivo” si augura Benussi “che gli italiani abbiano buona memoria per ricordare chi ci ha portato in questa drammatica situazione e possano votare chi davvero a livello regionale ha intenzione di affrontare il problema sicurezza senza riserve di natura ideologica come la sinistra ma nemmeno in modo esclusivamente propagandistico come la destra la quale nel corso degli anni ha votato leggi che sono andate nella direzione diametralmente opposta rispetto a quella dichiarata agli italiani. Leggi che hanno messo letteralmente in ginocchio gli apparati di sicurezza e la giustizia italiana, garantendo impunità ai delinquenti e non rispettando le vittime dei reati e tutti i cittadini onesti che hanno creduto alle loro promesse.
Per quanto attiene la sicurezza urbana ”conclude il candidato pentastellato “insieme ad Irene Galletti, sarà necessario rimodulare l’attuale legge regionale in modo tale da renderla veramente efficace prevedendo, per coloro che pongono in essere comportamenti vandalici o molesti, sanzioni effettive e soprattutto uniformi in tutto il territorio toscano evitando disparità di trattamento fra comuni anche limitrofi.






Di Massa5Stelle:

FONTE : Massa5Stelle