M5S, piano delle opere. Paolo Menchini “Interventi necessari al territorio non vedranno la luce”

M5S, piano delle opere. Paolo Menchini “Interventi necessari al territorio non vedranno la luce”

18 febbraio 2021

M5S, piano delle opere. Paolo Menchini “Interventi necessari al territorio non vedranno la luce” - M5S notizie m5stelle.com

Paolo Menchini

E’ bastato mettere in discussione la reale fattibilità del piano delle opere, presentato dalla giunta Persiani, per sentirsi dire dall’assessore Baratta che facciamo della “allegoria onirica”, mentre tutto il mio intervento, certamente critico, era argomentato da cifre e dati, estrapolati, tra l’altro, dai bilanci presentati dalla stessa maggioranza”. Inizia così la nota del Consigliere del M5S Paolo Menchini al termine dell’ultimo consiglio comunale.

La prima sottolineatura che ho voluto fare è che molti interventi in programma quest’anno verranno finanziati con i contributi dello stato: oltre un milione e mezzo di euro da spendere contro il dissesto idrogeologico, per il campo sportivo del Romagnano e per una parte del recupero e la riqualificazione degli edifici scolastici. L’aspetto che però mi preoccupa di più è che tantissime altre opere pubbliche, per un importo di quasi due milioni di euro, verranno finanziate con l’alienazione di terreni o immobili di proprietà del Comune. Il problema è che la maggior parte di questi beni è già stata posta all’asta diverse volte, anche 7, senza essere vendute”.

L’incasso di queste alienazioni, oltretutto, dovrebbe (qui il condizionale è d’obbligo) coprire la realizzazione, il recupero o la sistemazione di opere urgenti: marciapiedi e strade comunali, impianti sportivi, il teatro Guglielmi, il parcheggio di Capaccola, la riqualificazione di Largo Matteotti, oltre alla quota parte, in capo al Comune, del campo sportivo del Romagnano e della riqualificazione degli edifici scolastici”. Conclude il consigliere pentastellato: “Mi sembra che la critica che ho fatto sull’effettiva fattibilità del piano delle opere, non abbia nulla della “allegoria onirica”, ma viceversa si fonda su una realistica preoccupazione che interventi urgenti e necessari per il nostro territorio non vedano mai la luce”.






Di Massa5Stelle:

FONTE : Massa5Stelle