M5S contrario agli strumenti di bilancio 2022

Il MoVimento 5 Stelle ha espresso un voto negativo alle leggi di bilancio approvate nella notte dal Consiglio regionale. “Ci saremmo aspettati una norma diversa e una maggiore condivisione – spiega il capogruppo pentastellato, Cristian Sergo -. Noi abbiamo fatto la nostra parte, ma delle 85 proposte che abbiamo avanzato, ne è stata accolta soltanto una”.

“Ci siamo spesso sentiti dire che dall’opposizione ci si aspettano proposte innovative, ma se questo è l’atteggiamento della maggioranza possiamo fare poco – aggiunge Sergo -. Eppure abbiamo presentato emendamenti che andavano a rispondere a promesse fatte proprio dal centrodestra in campagna elettorale e durante la legislatura”.

“Penso, ad esempio, alla gratuità del trasporto pubblico locale per gli studenti, a lungo sbandierata dalla Giunta e dalla maggioranza nel momento in cui hanno istituito lo sconto del 50%, ma mai messa in pratica – continua il capogruppo M5S -. Abbiamo cercato di dare risorse a un Piano approvato dal centrodestra due anni fa, come quello sulle bonifiche, ma non è stato aggiunto un euro. Abbiamo chiesto di dare attuazione a leggi approvate più di tre anni fa e che ancora aspettano di essere attuate, come nel caso dei contributi per l’acquisto di moto elettriche”.

“Abbiamo infine chiesto un taglio dell’Irap per tutte le nostre imprese, come promesso dallo stesso presidente Fedriga in campagna elettorale, ma rimaniamo la Regione a Statuto con l’aliquota più alta insieme alla Sicilia – conclude Sergo -. Si è preferito utilizzare le ingenti risorse di questo bilancio non per una misura strutturale ma in una serie di interventi a pioggia. Per questo il nostro voto non poteva che essere negativo”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia