Lorenzini M5S:Il Movimento 5 Stelle c’è, la coalizione c’è, il candidato sindaco Gianni Zanolin c’è. Intervento alla Conferenza Stampa per Zanolin Sindaco

di Bruno Lorenzini – M5S PN

Perché il Movimento 5 Stelle è qui oggi. Crediamo che questa sia la prima risposta da dare e per farlo vogliamo ricordare tre date. Elezioni politiche 2013: appena costituitosi, il M5S entra in Parlamento come forza di opposizione. Elezioni amministrative 2016: la lista del M5S entra come nuovo soggetto politico in consiglio comunale con quattro portavoce. Elezioni politiche 2018, l’anno della svolta: i sondaggi pre elettorali ci indicavano come prima forza politica del Paese ma con una percentuale che non permetteva di governare da soli come era negli intenti. Occorreva scegliere se rimanere all’opposizione, con scarse possibilità di azione politica, o portare avanti il programma elettorale assieme ad altri partiti concordando dei punti programmatici. L’esito di quella scelta è stato chiaro ed è oggi ben visibile: governare con coloro che condividono un programma di governo in linea con il nostro, indipendentemente che essi siano di destra o di sinistra, in quanto quello che da sempre è un nostro obbiettivo è fare gli interessi dei cittadini, sopra ogni cosa. Quindi prima il programma e poi i nomi e gli attori. Abbiamo lavorato in questi anni trovando spesso nelle altre forze politiche di opposizione la stessa visione di città, la stessa sensibilità politica. Con queste forze politiche ci siamo riuniti ad un tavolo di lavoro, che ha dato luce al documento sulla Variante Generale al Piano Regolatore. Un documento politico che ha aperto le porte ad un ragionamento più ampio e a lavorare ad un programma elettorale condiviso per poter correre assieme alle prossime elezioni amministrative. Gianni Zanolin è stata la nostra scelta condivisa alla fine di questo proficuo percorso. Crediamo che anche per Pordenone sia giunto il momento di intraprendere la strada dello sviluppo e della crescita sostenibile, strada già percorsa da altre amministrazioni comunali, non solo italiane, con risultati eccellenti. 

I portavoce del Movimento 5 Stelle, in questi anni di consiglio comunale, hanno portato avanti mediante mozioni, ordini del giorno ed interrogazioni non solo il programma con il quale ci siamo presentati nel 2016 dallo stop ai doppi incarichi alla Carta di Avviso Pubblico, dal progetto Siae Free al Bilancio Partecipato ma hanno toccato i tanti aspetti della vita cittadina, dalla Lozer ai vari problemi della viabilità, dalle mense scolastiche a Villa Cattaneo, alla tutela della zona archeologica di Torre, dalla rimozione dell’amianto all’accesso ai fondi europei. Tutti questi atti sono documentati sul nostro sito web pordenone5stelle.it in ossequio al nostro fare politica in modo trasparente. A fianco di questa attività in consiglio comunale ci sono poi le nostre battaglie per il verde pubblico e per una mobilità sostenibile in antitesi con la politica della attuale amministrazione. Sulla mobilità sostenibile abbiamo avviato ancora nel 2018 un gruppo di lavoro per formulare una serie di proposte su questo tema che abbraccino i vari aspetti che vanno dalla promozione all’uso della bicicletta e della mobilità dolce in generale alla ciclopolitana, dal concetto di hub alla metropolitana di superficie, dalla logistica urbana all’impiego delle app. Il lavoro si è poi concretizzato in una proposta globale integrata denominata “La città che vogliamo”. Non è mai mancato il contatto diretto e continuo con i cittadini per facilitare il quale abbiamo aperto, grazie al contributo dei nostri portavoce Samuele Stefanoni, Mara Turani, Danilo Toneguzzi e Carla Lotto in consiglio comunale, di Mauro Capozzella in consiglio regionale, di Luca Sut alla Camera dei Deputati e di Marco Zullo al Parlamento Europeo,  un Info Point in via Beato Odorico.

E’ il nostro impegno fin qui dimostrato, sono le nostre idee e questa freschezza che ci viene dalla relativamente “giovane” età come forza politica di governo che portiamo in dote all’interno di questa coalizione. Il Movimento 5 Stelle ha le mani libere e pulite, non ha vincoli o intrecci con poteri economici, fa della trasparenza e della partecipazione punti imprescindibili della propria azione, puntando a dare concretezza a quel nuovo modo di fare politica che permetta ai cittadini di essere parte attiva del cambiamento che vogliamo vedere. La volontà che abbiamo trovato in tutti i protagonisti di questa coalizione di realizzare gradatamente gli impegni che ci prendiamo con i cittadini ci fanno essere certi di aver intrapreso la strada giusta, come giusta è stata la scelta del candidato sindaco. In Gianni Zanolin, persona dalla storia specchiata, dallo spessore culturale e umano indiscusso, rimasto in questi ultimi anni fuori dall’agone politico e perciò non espressione diretta di un solo partito, abbiamo visto la persona che saprà incarnare la proposta di portare Pordenone ad essere una città finalmente unita verso una prospettiva di crescita sociale ed economica basata sull’essere una città resiliente, connessa, vivibile, creativa ed etica. A lui va il nostro sincero grazie per aver accettato la proposta. Il vento sta cambiando, è finito il tempo dei personalismi e dell’uomo solo al potere: ora serve unione di intenti e partecipazione di tutti. Il Movimento 5 Stelle c’è, la coalizione c’è, il candidato sindaco Gianni Zanolin c’è. Buon lavoro per Pordenone. 



Di pordenone5stelle.it:

FONTE : pordenone5stelle.it