Long Covid, ok esenzione ticket ma quali percorsi per i pazienti?

“Bene l’approvazione della delibera che recepisce la norma nazionale sul long Covid, anche se arrivata con quattro mesi di ritardo”. Così il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Andrea Ussai. “Ci siamo battuti fin dai primi mesi dell’anno, prima ancora del Decreto Legge di maggio, perché i pazienti con sintomi che permangono dopo la guarigione potessero usufruire di percorsi sanitari uniformi in regione e con prestazioni esenti dal ticket”.

“Abbiamo continuato a sollecitare l’assessore Riccardi in questo senso, anche con un’interrogazione proprio la scorsa settimana – continua l’esponente M5S -. Oggi quindi accogliamo con soddisfazione questa delibera che garantisce le prestazioni di specialistica ambulatoriale in forma gratuita per un periodo di due anni con decorrenza dal 25 luglio 2021”.

“L’esenzione però, pur essendo un passo importante, non è sufficiente – conclude Ussai -. Proprio dopo l’interrogazione della scorsa settimana abbiamo sottolineato, infatti, la mancanza di comunicazione con i medici di medicina generale rispetto all’esistenza di appositi percorsi diagnostici terapeutici e se, come richiesto dalla nostra mozione approvata all’unanimità a marzo, siano state implementate le linee di indirizzo regionali per la presa in carico post guarigione, compresi i percorsi di follow-up”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia