Lo strumento della diplomazia parlamentare in III commissione

Nella commissione Esteri della Camera non abbiamo mai smesso di promuovere lo strumento della diplomazia parlamentare da quando è iniziato il conflitto in Ucraina. Oggi ad esempio abbiamo audito l’ambasciatore italiano in Ucraina, Pier Francesco Zazo (che vedete nello schermo in foto), ma prima di lui i membri dell’omologa commissione ucraina, l’ambasciatore italiano a Mosca Starace, il Capo di Stato Maggiore della Difesa Cavo Dragone e l’ambasciatore Benassi in qualità di rappresentante permanente d’Italia presso l’Ue. Domani invece ascolteremo l’ambasciatore d’Ucraina in Italia Melnyk e alcuni rappresentanti della commissione Esteri ucraina guidata dal Presidente Merezhko.La cronaca della guerra ci racconta che le forze ucraine stanno respingendo l’accerchiamento russo per occupare Mariupol e che hanno ripreso il controllo di Makariv.

Mentre l’ambasciata Usa a Kiev ha dichiarato che sarebbero quasi 2.400 i bambini ucraini rapiti dai russi nelle regioni di Luhansk e Donetsk, e d’altra parte il ministro della Salute ucraino ha comunicato che dall’inizio dell’invasione sono stati distrutti dieci ospedali. Intanto fonti NATO hanno rivelato che la Bielorussia starebbe per entrare nel conflitto al fianco di Putin, difatti proprio nella giornata di oggi il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg, ha dichiarato che Minsk è stata complice di questa invasione sin dall’inizio, ma anche prima che iniziasse, offrendo infrastrutture militari alla Russia. Quindi anche la Bielorussia è pesantemente coinvolta in questa guerra.

La guerra ha favorito lo sviluppo di una crisi di rifugiati che cresce velocemente: sono 3.626.546 i rifugiati che, dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, sono fuggiti dal Paese nei paesi vicini in cerca di sicurezza dal 24 febbraio al 22 marzo.

Domani e dopodomani il presidente del Consiglio parteciperà al Consiglio europeo, oggi alla Camera infatti abbiamo votato una risoluzione di maggioranza sulle comunicazioni rese da Draghi in vista del prossimo appuntamento in sede europea.

Qui potete riascoltare il mio intervento in dichiarazione di voto.



Di Alessandra Ermellino:

FONTE : Alessandra Ermellino