le battaglie si vincono stando in campo a lottare

Il Rosatellum-bis è stato escogitato (e votato da tutti i partiti, tranne ovviamente il M5S) per estrometterci dai giochi di potere senza però ottenere lo scopo di farci governare.

Giova ricordare che subito dopo il successo elettorale del 2018 non pochi furono quelli che storsero il naso sull’accordo con la Lega e, successivamente, col Pd. Ma i fatti dimostrarono che siamo riusciti a realizzare tantissime riforme, più di una quarantina, che nessun’altro dei precedenti governi riuscirono a portare a compimento in oltre trent’anni.

Ciò non è bastato a far comprendere l’importanza della nostra forza politica basata sui principi etici di buona amministrazione e sull’attenzione ai veri bisogni dei cittadini (soprattutto degli emarginati) e non agli interessi dei partiti.

Il Conte 2 stava facendo cose egregie in piena emergenza sanitario-economica e tutti sappiamo com’è andata: un golpe bianco, messo in atto dal sistema che si è servito di un minuscolo partito di fuoriusciti da un altro partito, l’ha fatto cadere nel modo più vigliacco facendo tornare al potere un miscuglio di gente che già in passato aveva dato prova di rappresentare la parte peggiore della nostra classe dirigente, oggi indecentemente classificata come la migliore.

Lo scopo era ben preciso: approfittare delle spaccature interne nel Movimento alimentate dai ben noti malpancisti e duropuristi, per cercare di ottenere quello che non erano riusciti a fare con la sopra citata legge elettorale, ovvero espellerci dalle stanze dei bottoni. Ma anche qui non ci sono riusciti. Non si può far finta di non capire che se il M5S, nonostante il moltiplicarsi delle voci dei dissidenti interni, si fosse piegato allo stratagemma dei propri avversari, a quest’ora la schiforma salva-delinquenti sarebbe cosa fatta e il RdC sarebbe stato smantellato.

Questo basta e avanza per far capire che le battaglie si vincono stando in campo a lottare, non di certo chiacchierando o scrivendo libri o facendosi intervistare a 360° dai media amici del sistema. Chiedo scusa della lungaggine, ma oggi dovevo proprio tirarmi fuori un sassolino dalla scarpa.

Carlo Capilupi (commento)