LAVORO: IL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI VA PROROGATO

Sulla proroga del blocco dei licenziamenti, il MoVimento 5 Stelle non ha mai cambiato idea, al contrario di qualcuno: restiamo convinti del fatto che, in assenza della riforma degli ammortizzatori sociali e di quella delle politiche attive, sia necessario un ulteriore spostamento in avanti del termine attualmente fissato al 30 giugno, come da noi proposto durante la fase di conversione in legge del decreto Sostegni.

Se anche altri partiti la pensano come noi, ben venga e si apra subito un tavolo di confronto all’interno della maggioranza per trovare soluzioni comuni: le sorti di oltre mezzo milione di lavoratori che, secondo le stime, rischiano di perdere il posto quando cesserà il blocco dei licenziamenti si devono decidere nelle sedi deputate e non con tweet o interviste sui giornali.

A breve, in commissione Lavoro incontreremo le parti sociali per ascoltare le loro proposte e trovare, nella fase emendativa del decreto Sostegni Bis, gli strumenti adeguati ad affrontare la fine del blocco.

La decisione di interrompere il 30 giugno il blocco dei licenziamenti è poco saggia, poiché rischia di danneggiare lavoratori e famiglie in un momento in cui essi dovrebbero avere maggior sostegno.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini