L’Asti-Cuneo si farà, avanti con soluzione targata M5S

L’Asti-Cuneo si farà. Senza proroga delle concessioni, con un giusto valore di subentro e senza aumenti di tariffe su entrambe le tratte fino al 2022.
Ho seguito in presa diretta il Cipe che poco fa ha dato parere favorevole al nuovo schema di finanziamento e ringrazio il presidente Conte per la cura e l’attenzione con cui, anche stamattina, ha seguito il dossier

Ben due governi sono andati compatti sul prosieguo della soluzione targata M5S. Nonostante evidenti e ripetute manovre burocratiche e di palazzo per affondare l’opera, che non possiamo nascondere sotto al tappeto, la riunione odierna del Cipe ha definitivamente chiarito che non serve compiere ulteriori passaggi alla Commissione Europea e che si può finalmente andare avanti con il completamento dell’autostrada, grazie al miglior percorso possibile, individuato a suo tempo dall’ex ministro Toninelli.

Non ho mai smesso di lottare per la soluzione più celere e conveniente per i cittadini cuneesi e sono felice che questo Governo sia fortemente determinato a portare a termine un’infrastruttura fondamentale per il territorio.

Ringrazio tutti i cittadini che in questi anni mi hanno aiutata, non è stato semplice ma ne è valsa sicuramente la pena!



Di Fabiana Dadone:

FONTE : Fabiana Dadone