L’assenza di contenuti di renzi

L’assenza di contenuti di renzi - M5S notizie m5stelle.com

L’assenza di contenuti, la ripetizione ossessiva di slogan, il cerchiobottismo. L’apertura a un Conte-per, ma anche un governo istituzionale. I continui attacchi e frecciatine, le irrisolte questioni politiche che ormai diventano personali che ormai non riesce più a dipanare. Ci mancava solo che dicesse anche in questa sede “ah, se gli italiani avessero votato bene al referendum del 2016”

In questo interminabile e prevedibile comizio, con il solito stile invariato “à porter” valido sia per le dirette Facebook che per gli incontri post Quirinale, Renzi riassume il peggio della politica italiana.

Sfido un italiano/a a dire cosa Renzi vuole da questa crisi, se non mettere se stesso al centro dell’attenzione, a costo di far crollare la fiducia nelle istituzioni democratiche del paese. Resistiamo!

Francesco Berti

FORCINITI (M5S): Appena ascoltato Renzi al Quirinale dopo le consultazioni. Borioso, presuntuoso, arrogante, pieno di sè, palesemente privo di contenuti al punto che sfido chiunque a dire se dopo averlo ascoltato ha compreso le reali motivazioni di questa crisi.
In pratica il senso del suo discorso è più o meno questo: “Il governo ha sbagliato su tutto nella gestione della pandemia, se ci sono i morti, la crisi e le scuole chiuse è perchè io ero l’unico ad avere tutte le soluzioni ma non mi hanno ascoltato”. Come se lui fosse l’unico depositario della verità. Personalmente l’ho trovato offensivo.
E’ dal 2014 almeno che l’Italia è appesa a Renzi e ai suoi capricci, dal tradimento a Letta, al referendum costituzionale, alla nascita di Italia Viva, all’apertura di questa inspiegabile crisi.
Ora il Movimento 5 Stelle può fare un regalo enorme a questo Paese, ponendo fine all’esperienza politica di Matteo Renzi. Basterà mantenere la barra dritta e tenerlo fuori dal governo. E sono certo che i suoi senatori lo abbandonerebbero in preda al suo ego e alla sua megalomania. Coraggio!