La solidarietà vince sulla guerra – Una bella storia

Oggi in apertura di Consiglio voglio condividervi una bella storia che vede vincere la solidarietà e l’accoglienza sulle guerra.

Grazie all’impegno della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, Alexander, un bambino bielorusso affetto da gravissima malformazione causata dalle radiazioni di Chernobyl, è riuscito ad arrivare dall’orfanotrofio dove vive in Bielorussia, fino a Bologna nonostante la guerra e le immense difficoltà.

Qui a Bologna si sottoporrà ad un delicato intervento presso il Sant’Orsola con l’equipe del prof. Lima. Ultimo di una serie di altri interventi d’avanguardia a cui si è già sottoposto e che lo guarirà completamente donandogli una vita normale.

Lo scorso anno non c’era la guerra ma eravamo in piena pandemia ed erano stati sospesi i viaggi di accoglienza dei minori dalla Bielorussia. Minori, soprattutto orfani, che venivano a passare in Italia un periodo lontano dei territori che ancora oggi sono purtroppo contaminati dal disastro di Chernobyl.

Questo consiglio aveva dimostrato grande sensibilità votando all’unanimità un ODG da me proposto per sensibilizzare sulla necessità di riprendere questa buona pratica di accoglienza di cui l’Italia è prima nel mondo con 500.000 ragazzi accolti dagli anni immediatamente successivi al disastro nucleare fino all’arrivo della pandemia.

Ci tenevo quindi a condividere con voi, in un momento terribile come questo, una storia che invece è una luce di speranza. Grazie all’equipe del prof Lima, grazie alla nostra città ancora una volta esempio di accoglienza e umanità e grazie a tutti coloro che hanno vinto mille difficoltà per potare qui Alexander a partire dalla Fondazione Aiutiamoli a Vivere.



Di Movimento 5 Stelle Bologna:

FONTE : Movimento 5 Stelle Bologna