La Polizia Penitenziaria debutta della Direzione nazionale antimafia

La Polizia Penitenziaria debutta della Direzione nazionale antimafia

CON L’INGRESSO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA NELLA DNA LO STATO È ANCORA PIÙ FORTE NELLA LOTTA AL CRIMINE ORGANIZZATO E AL TERRORISMO

Dal 10 settembre con l’attivazione del Nucleo di Polizia Penitenziaria, la PolPen fa ufficialmente il suo ingresso nella Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo con i primi 7 agenti a diretta disposizione del Procuratore Nazionale Antimafia.

E’ un passaggio storico che porterà a una più significativa collaborazione e a un ruolo sempre più centrale dell’azione della Polizia Penitenziaria a supporto della prevenzione e della lotta al crimine organizzato e al terrorismo.

Così lo Stato diventa ancora più forte!

L’attivazione del Nucleo presso la Dna è stata decisa per la nostra ferma volontà di riconoscere l’importante contributo che il Corpo di Polizia Penitenziaria ogni giorno mette in campo nell’ambito del monitoraggio e del controllo dei detenuti, anche quelli più pericolosi, e che permette di contrastare il perdurare di pregressi legami mafiosi così come la possibilità che ne insorgano di nuovi. Solo spezzando il cordone ombelicale che lega i capi ai loro affiliati si potrà estirpare per sempre la malapianta della criminalità organizzata, ma anche del terrorismo in ogni sua forma. La Polizia penitenziaria ha un glorioso passato fatto di sacrificio quotidiano e grande professionalità, ma ha un futuro ancora più luminoso davanti a sé.



Di Vittorio Ferraresi:

FONTE : Vittorio Ferraresi

(Visited 1 times, 1 visits today)