La nostra Città è un ecosistema virtuoso progettato per ridurre l’impatto ambientale

Le storie guerriere sono storie che ci insegnano come sia possibile, con forza e tenacia, cambiare realmente le cose. Storie che possono essere di ispirazione ed esempio.

In questa rubrica vogliamo raccontarvi le battaglie e le migliori iniziative portate avanti sul territorio dai portavoce, dagli attivisti e dai sindaci del MoVimento 5 Stelle, che ogni giorno si impegnano per cambiare il volto delle loro città. Segnalateci qui la vostra storia guerriera!


A cura di Adriano Zuccalà, Sindaco del Comune di Pomezia, amministrato dal Movimento 5 Stelle

• IL PROBLEMA

Settima Città del Lazio per numero di abitanti, Pomezia si estende a sud di Roma ed è conosciuta in ambito nazionale e internazionale per la sua valenza economica ed industriale.

Ogni realtà ha diversi modi di approccio, il litorale, l’area industriale, il centro densamente abitato e le case sparse in campagna. Dal 2015 abbiamo intensificato il nostro impegno per la realizzazione di un piano di economia circolare per trasformare i rifiuti in risorsa, partendo dall’attivazione di un servizio di raccolta differenziata Porta a Porta. Ma non chiamiamola solo “Raccolta Differenziata”, la nostra Città è un ecosistema virtuoso progettato per ridurre l’impatto ambientale.

• L’INIZIATIVA

In questi quasi 8 anni di Amministrazione abbiamo lavorato per diffondere tra i cittadini la cultura della raccolta differenziata e della riduzione a monte dei rifiuti: un impegno quotidiano e consapevole per proteggere l’ambiente in cui viviamo, ponendo le basi per un futuro più green.

Dopo aver messo a regime il sistema di raccolta differenziata Porta a Porta, ci siamo concentrati su una serie di iniziative per sensibilizzare la comunità mantenendo alta la soglia di attenzione sul tema.

Pomezia è una Città smart che vuole avvicinare i cittadini alle istituzioni attraverso una comunicazione sempre più integrata e innovativa, garantendo la piena e veloce circolazione delle informazioni. Abbiamo così introdotto l’App “Municipium”, attraverso cui è possibile segnalare disservizi, prenotare il ritiro dei rifiuti ingombranti, ma soprattutto avere informazioni in tempo reale sulla filiera e sul corretto conferimento.

Per i proprietari di seconde case sono ubicate sul territorio 3 ecostazioni automatiche, che consentono il conferimento dei rifiuti differenziati (plastica e metalli, carta, vetro, organico e non riciclabile) in qualsiasi giorno e qualsiasi ora.

Abbiamo avviato un progetto condiviso e sperimentale sul compostaggio di comunità. Il progetto – che al momento coinvolge il quartiere cittadino del Querceto – prevede l’installazione di 2 compostiere a servizio dei residenti. Le compostiere di comunità consentiranno ai cittadini di seguire l’intero ciclo dei rifiuti, dal conferimento alla trasformazione e riutilizzo. Il compost prodotto sarà infatti riutilizzato dai residenti stessi e dal Comune per le aree verdi pubbliche.

Con il progetto di informazione e sensibilizzazione sulla raccolta differenziata “Ti riciclo una canzone”, abbiamo coinvolto cittadini e turisti in modo divertente sul tema del rispetto dell’ambiente e al contempo abbiamo veicolato contenuti e informazioni puntuali sul nostro sistema di raccolta differenziata.

Ma non basta. Non possiamo immaginare di ridurre i rifiuti senza ripensare al modo in cui il cibo viene prodotto, distribuito e consumato.

Lo spreco alimentare è responsabile dello sperpero di tutte le risorse necessarie per produrlo, dall’acqua alla terra, incluso il lavoro di chi lo ha realizzato. Se sprecato, il cibo ha un effetto dannoso sull’ambiente. Non solo, sprecare cibo comporta una produzione di rifiuto organico, con elevati costi di smaltimento. Un gesto poco etico, se pensiamo a chi invece quel cibo non può averlo.

Per questa ragione abbiamo avviato il progetto “Civiltà. Usiamo il cibo civilmente. Stop agli sprechi”. Come funziona? Abbiamo consegnato ai ristoratori aderenti vetrofanie di riconoscimento e Family Bag in materiale eco sostenibile per consentire ai clienti di portare a casa eventuali eccedenze di cibo dal ristorante.

E ancora: abbiamo avviato azioni concrete di riduzione nelle mense scolastiche grazie alla collaborazione delle associazioni caritatevoli presenti sul territorio. Ogni giorno avanza del cibo dalle mense, spesso intatto, che neanche arriva sulle tavole. Abbiamo così iniziato a recuperare le eccedenze alimentari prodotte dalle mense scolastiche e, successivamente, distribuirle agli indigenti senza fissa dimora.

Per contribuire in maniera determinante alla tutela ambientale, abbiamo installato sul territorio 5 casette dell’acqua, per distribuire ai cittadini acqua microfiltrata proveniente dall’acquedotto pubblico del Comune di Pomezia. Nel solo 2020 sono stati erogati circa 1.200.000 litri di acqua, con un risparmio calcolato di plastica di circa 32.000 kg. Un servizio di qualità, a costo zero per l’Ente, che vogliamo potenziare arrivando a 15 punti di distribuzione sparsi su tutto il territorio.

Le azioni virtuose che abbiamo messo in piedi ci hanno consentito di ridurre la bolletta TARI. Per un’abitazione di 100mq con 3 componenti, i cittadini di Pomezia oggi pagano in media 194 euro, a fronte di una media nazionale di circa 300 euro.

• IL RISULTATO

Grazie a queste ed altre iniziative, dal 25% di raccolta differenziata del 2015, in 5 anni abbiamo superato il 71%. Pomezia si conferma una Città virtuosa in materia di rifiuti e all’avanguardia nella sperimentazione delle nuove tecnologie ambientali.

I dati parlano chiaro, qui il servizio di raccolta rifiuti è efficiente: per questo riusciamo a garantire alla cittadinanza la tassa sui rifiuti più bassa dei Comuni della provincia di Roma tra i 40 e i 75mila abitanti.

• COSA SERVE PER REPLICARE L’INIZIATIVA?

Cittadini consapevoli e coinvolti, servizio di qualità e Città pulita sono gli ingredienti necessari a raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi in tema ambientale.
Differenziare di più equivale a ridurre la quantità di rifiuti che finiscono in discarica, garantendo non soltanto una Città più pulita ma anche una qualità di vita migliore ed un risparmio per le tasche dei cittadini.


Ti è piaciuta questa Storia Guerriera? Clicca qui per scoprirne altre!



Di Il Blog delle Stelle:

FONTE : Il Blog delle Stelle