La Marmolada? Il cambiamento climatico non è una delle narrazioni, è la narrazione.

Il cambiamento climatico non è una delle narrazioni, è la narrazione. È la causa della valanga e di tante altre terribili catastrofi che da tempo sconvolgono le nostre vite e che ora si fanno sempre più prossime e dirompenti e letali. E se non acceleriamo la transizione aumenteranno a dismisura, divenendo tratto caratteristico del pianeta.

In questi giorni, sono molti gli studiosi che stanno spiegando come la tragedia della Marmolada sia causalmente riconducibile al surriscaldamento climatico. Non si vuole così condire di certezze ciò che come la morte è fatto inafferrabile, ma sicuramente provare a guardare al futuro e a capire quanto sia ormai necessario intervenire e prevenire.

Finiamola di dire che il cambiamento climatico non esiste. Stamattina se ne leggono a iosa… Il cambiamento climatico esiste e lo sappiamo da tempo. Esiste e lo alimentiamo da tempo. 

Oggi sul Corriere, lo studioso membro del comitato glaciologico della Marmolada, precisava che “per il 99% è colpa dell’anidride carbonica che è a livelli mai registrati e che quello che è accaduto in questi giorni è solo uno dei danni, spesso irreversibili, portati dal surriscaldamento globale che arroventa queste estati e altera gli equilibri che permettono la vita come la conosciamo sul pianeta Terra”. 

È angosciante, ma è così, e noi dovremmo rimboccarci le maniche e riprendere a guardare al futuro. Antonio Scurati, nell’articolo di stamattina, ha scritto una grande verità sul punto: “La tragedia della Marmolada riguarda evidentemente tutti noi (…) perché sotto quella valanga di ghiaccio tagliente sono state sepolte le nostre residue illusioni di poter vivere ancora una bella vita (…) Ora l’ambiente terrestre lo plasmiamo noi esseri umani. A staccare la valanga dal ghiacciaio — un tempo ritenuto perenne — sono stati i nostri appartamenti surriscaldati d’inverno, i nostri Suv da bambini mai cresciuti, le nostre bistecche al sangue, le nostre inettitudini, i nostri infiniti torpori di fronte al disastro ambientale incipiente. La valanga, insomma, siamo noi (…) e se fino a ieri il surriscaldamento climatico era un’astrazione scientifica, ora è divenuto un dato esperienziale”.



Di Azzurra Cancelleri:

FONTE : Azzurra Cancelleri

LINK: https://www.azzurracancelleri.it/la-marmolada-il-cambiamento-climatico-non-e-una-delle-narrazioni-e-la-narrazione/