La Festa della Repubblica: il mio intervento a RaiNews 24

La Festa della Repubblica: il mio intervento a RaiNews 24

Questa mattina sono intervenuto a RaiNews 24 per celebrare con voi il 2 giugno, Festa della Repubblica.

E’ fondamentale ricordare una tappa importante della nostra storia: superata la guerra e la dittatura fascista, il 2 giugno 1946 il nostro popolo scelse, attraverso un referendum istituzionale, il primo a suffragio universale, di dar vita alla Repubblica Italiana, che di lì a poco, il 1º gennaio 1948, avrebbe avuto come fondamento i profondi valori della nostra Costituzione. Oggi, addolorati per le recenti vicende legate al coronavirus, questa ricorrenza assume un significato ancora più importante.
Le Istituzioni, che mi onoro di rappresentare come Sottosegretario di Stato pro-tempore alla Difesa, sono eredi di questo lungo processo storico e devono essere custodi dei valori democratici.

Per rispettare il momento e per evitare gli assembramenti, questa mattina non si è tenuta la consueta parata militare ai Fori Imperiali, ed il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, insieme al Presidente del Senato, il Presidente della Camera, il Presidente del Consiglio, la Presidente della Corte Costituzionale, e il Ministro della Difesa, ha deposto una corona di alloro davanti alla Tomba del Milite Ignoto, all’Altare della Patria. Una immagine, questa, sicuramente d’impatto, ma che contribuisce ulteriormente a ricordare a tutti noi la gravità del momento attraversato dal nostro Paese.

Voglio cogliere questa occasione e ringraziare per il loro immenso impegno le Forze armate, uomini e donne che hanno giurato di dare la loro vita per la nostra bandiera e rappresentano la più alta espressione della fedeltà alla Nazione. Ancora una volta, nel corso dell’emergenza Covid-19, hanno dimostrato di essere sempre pronte a servire il Paese con professionalità e dedizione, correndo in soccorso dei cittadini e rendendo tutti noi ancor più consapevoli dell’importanza di avere sempre al nostro fianco uomini e donne mossi dai più alti valori, dalla solidarietà e dall’altruismo. A voi va tutta la mia gratitudine per quello che fate in Italia e all’estero e che, in modo particolare, avete fatto durante questo triste e difficile periodo di emergenza.

Ringrazio il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la fermezza, il senso di responsabilità e l’equilibrio dimostrato in ogni momento, anche quello più difficile e delicato, e per aver contribuito in maniera efficace a diffondere la necessaria sicurezza e serenità alla nostra Nazione.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo
(Visited 1 times, 1 visits today)