LA CORTE UE CONFERMA LO STOP ALLA PESCA ELETTRICA

La Corte di Giustizia UE ha respinto il ricorso dei Paesi Bassi contro il divieto della pesca a impulsi elettrici.
L’Olanda era particolarmente interessata alla questione perché era leader europea di questa tecnica, ma fortunatamente il Parlamento europeo, dopo un acceso dibattito, nel 2019 aveva adottato la decisione di porre definitivamente fine alla sperimentazione della pesca con reti a impulsi elettrici.
Si tratta di un tipo di pesca che comporta gravi conseguenze per gli ecosistemi marini: sono diverse, infatti, le testimonianze che dimostrano come il pescato mostrasse spesso bruciature, ecchimosi e deformazioni dello scheletro successive alle folgorazioni. Senza dimenticare che questa barbara pratica porta anche alla desertificazione dei fondali marini, visto che uccide tutti gli organismi viventi.
Accogliamo, quindi, con grande soddisfazione la sentenza della Corte di Giustizia, che tutela l’ecosistema e, anche, i nostri pescatori, che vedevano nei colleghi olandesi un’agguerrita concorrenza “sleale”.

Tiziana Beghin