La Casa Internazionale delle Donne resterá nel complesso monumentale del “Buon Pastore” di proprietà capitolina.

La Casa Internazionale delle Donne resterá nel complesso monumentale del “Buon Pastore” di proprietà capitolina.
Il consorzio, dopo aver saldato gran parte del debito accumulato, potrà utilizzare l’immobile in comodato d’uso gratuito per i prossimi 12 anni come da recente normativa.

Mettiamo così la parola fine ad una vicenda che andava avanti da troppi anni.

Le donne hanno il diritto di avere un luogo sicuro dove svolgere attività per contrastare ogni forma di violenza, discriminazione e per valorizzare i talenti delle più giovani nel campo della ricerca scientifica ed artistica.

Ringrazio le assessore Valentina Vivarelli, Lorenza Fruci Assessora alla Crescita culturale di Roma Capitalee Veronica Mammì per il lavoro portato avanti e per aver raggiunto questo importante obiettivo. Andiamo #AvantiConCoRAGGIo

Virginia Raggi