La battaglia non è ancora finita. Non fatevi confondere dai negazionisti.

La battaglia non è ancora finita. Non fatevi confondere dai negazionisti.

Un racconto toccante che merita riflessione, quello della giovane che, per una notte in discoteca, ha contratto il #coronavirus e ha contagiato i familiari. Un “film horror”, come lei stessa lo ha definito, frutto di un allentamento del livello di attenzione che non ci possiamo ancora permettere. A lei e ai suoi familiari la mia vicinanza e l’auspicio che il suo papà possa guarire presto.

A tutti voi giovani lancio un fortissimo appello affinché non abbassiate la guardia e siate, invece, i primi a tutelare voi stessi e le persone a voi più care.

Non fatevi confondere dalle tante sirene dei negazionisti che, irresponsabilmente, stanno diffondendo una pericolosissima propaganda, con il rischio di vanificare gli sforzi fatti da tutti fino ad ora, e contribuiscono all’aumento della curva dei contagi.

La battaglia non è ancora finita e serve il contributo di tutti per vincerla

Federico D’Incà