IV Commissione Difesa – risposte al Question Time 15/06/2020

IV Commissione Difesa – risposte al Question Time 15/06/2020

IV Commissione Difesa, Camera dei Deputati

Oggi pomeriggio sono intervenuto per rispondere alle interrogazioni presentate dai miei colleghi deputati su alcuni temi di competenza del Ministero della Difesa.

Abbiamo affrontato diversi argomenti:

  • concorso straordinario per il reclutamento dei Marescialli di Esercito, Marina e Aeronautica previsto dal riordino dei ruoli e delle carriere per l’anno 2018;
  • presenza della Difesa nella località di Grottaglie e delle progettualità che il Dicastero vuole sviluppare nella città di Taranto;
  • programma STOVL (Short Take Off and Vertical Landing) dell’Aeronautica militare, destinato alla sostituzione di due linee di volo (AMX e TORNADO) e la linea di volo imbarcata della Marina militare (AV8B);
  • occupazione abusiva di un immobile della Difesa a Ostia;
  • urgente esigenza del Ministero della Difesa di reclutare personale qualificato e specializzato e il Piano industriale 2020-2025.

IV Commissione Difesa – risposte al Question Time: concorso straordinario per il reclutamento di Marescialli

Il concorso straordinario per il reclutamento nei ruoli dei Marescialli dell’Esercito, Marina e Aeronautica previsto, per l’anno 2018, dal riordino dei ruoli e delle carriere ha disposto una specifica forma di reclutamento che prevedeva, per il personale arruolato, una serie di opportunità di carriera calibrate in relazione alle anzianità di servizio maturate e alle eventuali selezioni superate.

Nello specifico, i Sergenti di complemento che avevano superato le selezioni per la partecipazione al corso sono stati inquadrati in servizio permanente, mentre i Sergenti e i Volontari che non avevano ancora superato le selezioni, ma che avevano maturato una anzianità di grado, sono stati ammessi a concorsi straordinari. I Sergenti e i Volontari con una anzianità minore, cioè con meno di due anni, hanno comunque avuto la possibilità di partecipare ai concorsi.

A seguito però di un’errata interpretazione del bando e dell’esclusione di alcuni militari dalle procedure concorsuali, la Direzione Generale del Personale Militare ha riferito che sono emersi 3 casi di esclusione del personale appartenente alla Marina Militare.
Accertata quindi la sussistenza dei requisiti previsti, tutti i militari sono stati riammessi al concorso e dichiarati vincitori e immessi nel ruolo di Marescialli.

IV Commissione Difesa – risposte al Question Time: la presenza della Difesa nella località di Grottaglie e nella città di Taranto

La Stazione Aeromobili della Marina Militare, a seguito della volontà della Difesa di mantenere la propria presenza nella località di Grottaglie, continuerà ad ospitare il 4° gruppo di volo elicotteri con i relativi supporti logistici, con l’obiettivo di coinvolgere alcune realtà industriali nazionali già operanti nell’area tarantina.

In questo contesto industriale si evidenzia la volontà di continuare con le attività del progetto “Spazioporto” per i voli suborbitali e il polo industriale.

Inoltre, il Ministero della Difesa ha individuato e sviluppato numerose progettualità per il rilancio della città di Taranto, nella prospettiva di avere effetti sull’occupazione e di acquisire vantaggi estesi e duraturi sull’intero territorio con investimenti e riconversione ambientale.
Queste progettualità si stanno sviluppando attraverso quello che è noto come Contratto Istituzionale di Sviluppo di Taranto (CIS-Taranto) e del decreto “Cantiere Taranto”. 

Ad esempio, si intende puntare sulla valorizzazione turistico-culturale di alcuni siti dell’Arsenale Marittimo Militare, sull’ammodernamento del Ponte Girevole di Taranto, che consente l’accesso alle navi nel Mar Piccolo, alla manutenzione del Castello Aragonese e all’ammodernamento dell’Arsenale Marittimo Militare e della Caserma “Castrogiovanni” per la realizzazione della Scuola Allievi Carabinieri.

IV Commissione Difesa – risposte al Question Time: il programma STOVL (Short Take Off and Vertical Landing)

Quello della componente STOVL (Short Take Off and Vertical Landing) dei velivoli F-35 è un tema connotato da implicazioni di natura operativa, organica, logistica e infrastrutturale che rendono necessarie, da parte della Difesa, valutazioni protratte, approfondite e articolate.

Il programma, nel suo complesso, è destinato alla sostituzione di due linee di volo dell’Aeronautica militare  (AMX e TORNADO) e della linea di volo imbarcata della Marina militare (AV8B) che hanno già terminato o sono prossime al termine della loro operatività. In particolare, la decisione di dotare entrambe le Forze armate della versione a decollo verticale F35B risale al 2009 e sono state attuate valutazioni tecnico-operative già nel 2015 per la dislocazione degli F-35 STOVL.

I programmi di riorganizzazione della componente operativa dello strumento militare ovviamente seguono dei criteri di razionalizzazione, integrazione interforze e riduzione del peso logistico, allo scopo di consentire flessibilità e agilità di impiego.

Inoltre, le attivtà della Difesa vogliono consentire al Paese di disporre di uno strumento operativo flessibile e prontamente impiegabile per la difesa nazionale.

IV Commissione Difesa – risposte al Question Time: occupazione abusiva di un immobile della Difesa ad Ostia

Riguardo all’occupazione abusiva di un immobile della Difesa ad Ostia, il Ministero della Difesa ha posto in essere tutte le azioni per il rispristino della situazione.

In particolare, per quanto riguarda la vigilanza e la custodia del bene, l’Aeronautica militare ha più volte provveduto a ripristinare la recinzione ed il varco di ingresso, segnalando al Comando della Polizia Municipale, l’episodio di accessi non autorizzati da parte di estranei.

La Difesa, inoltre, il 28 aprile 2020, ha sporto denuncia ai Carabinieri ed è stata interessata anche l’Avvocatura Generale dello Stato al fine di consentire alla Forza armata di rientrare nella piena disponibilità dell’immobile.

Ad oggi, si resta in attesa che la Prefettura, in coordinamento con il comune e nell’ambito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, provveda allo sgombero dell’area.

IV Commissione Difesa – risposte al Question Time: esigenza di reclutare personale qualificato e specializzato e il Piano industriale 2020-2025

Il Piano industriale 2020-2025, orientandosi ad una valorizzazione tanto degli assetti produttivi e del patrimonio storico e socio-culturale, quanto delle capacità in house già acquisite e da sviluppare, prevede il ripianamento delle tabelle organiche ordinative, attraverso lo sblocco del turn over del personale civile.

Fermo restando che una volta individuato il contingente massimo di assunzioni consentito dalle normative ad oggi in atto, la successiva ripartizione tra le Forze armate deriverà dalle esigenze delle Forze e da un confronto interforze che avverrà sotto la guida dello Stato Maggiore della Difesa.

In un periodo complesso come questo, ovviamente, ci sono stati dei ritardi dovuti alla situazione di emergenza del Covid-19, ma il Ministero è pronto a mettere in piedi tutte le azioni necessarie per ridefinire un quadro lasciato in sospeso, soprattutto perché l’area tecnico-industriale è di prioritaria importanza per la Difesa e una programmazione strategica delle esigenze del personale civile è fondamentale.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo