Iraq. Prosegue la visita della Vice Ministra Sereni

Si è conclusa con le celebrazioni della Festa della Repubblica a Baghdad il primo segmento della visita in Iraq della Vice Ministra Marina Sereni prima di proseguire la missione nel Kurdistan iracheno.
La Vice Ministra ha incontrato il Ministro della Cultura, Hassan Nadhem, con cui ha ripercorso il fondamentale contributo italiano al recupero del patrimonio artistico del Paese: tra i numerosissimi interventi, la riabilitazione del Museo archeologico nazionale di Baghdad e le diciotto missioni archeologiche finanziate dalla Farnesina. Sono stati poi passati in rassegna i molti progetti di prossima realizzazione, in particolare in ambito museale e di sviluppo turistico del Paese.
Sereni ha poi incontrato il Ministro della Pianificazione, Khalid Al Najim, con cui ha discusso della proficua collaborazione già in atto in merito alla cooperazione allo sviluppo. Rimarcando che l’Iraq rimane un Paese prioritario per la Cooperazione italiana e i 18 milioni complessivi del Governo italiano a sostegno della Funding Facility for Stabilization, la Vice Ministra ha auspicato di espandere ulteriormente la collaborazione in corso, specialmente con progetti in campo culturale.
Presso la scuola Alimam Almuntazar di Baghdad, riabilitata con i fondi della Cooperazione italiana, Sereni ha poi presieduto la firma di un secondo Accordo di cooperazione allo sviluppo per il supporto al progetto UNESCO “Migliorare l’accesso ad una educazione inclusiva e di qualità per i bambini che sono fuori dall’ambito scolastico”, dal valore di 1 milione di Euro, a testimonianza dell’attenzione costante del nostro Paese per le vittime più fragili e vulnerabili dei conflitti armati.
Infine, la Vice Ministra Sereni ha presieduto insieme al Ministro degli esteri iracheno Hussein le celebrazioni della Festa della Repubblica, alla presenza delle più alte cariche del Paese, dei rappresentanti di spicco della comunità internazionale e della comunità italiana.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale