Iraq; missione della VM Sereni: colloqui, accordi e incontri con la società civile

Si è concluso il primo giorno di missione della Vice Ministra Marina Sereni in Iraq, ricco di incontri con le Istituzioni locali, il personale italiano e le principali organizzazioni internazionali presenti.

La Vice Ministra è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica, Barham Salih e dal Ministro degli Affari Esteri, Fouad Hussein, con cui ha ripercorso la lunga e profonda amicizia che lega i nostri Paesi e la costante presenza dell’Italia accanto all’Iraq soprattutto nei momenti più complicati della storia irachena. Sono seguite le consultazioni con il Vice Ministro degli Affari Esteri, Nizar Khairallah, che hanno toccato tutti i temi principali: difesa e sicurezza, in particolare a seguito del passaggio di comando della Missione NATO in Iraq (NMI) all’Italia; la situazione politica del Paese, caratterizzato dalle delicate negoziazioni per la formazione del Governo; il quadro regionale e l’impatto della guerra Russia-Ucraina sugli equilibri del Medio Oriente; energia e cambiamento climatico; l’impegno della cooperazione italiana allo sviluppo nel Paese. La Vice Ministra ha espresso la propria soddisfazione per gli ottimi rapporti tra i due Paesi e orgoglio per il contributo italiano alla stabilizzazione dell’Iraq e alla lotta contro Daesh, auspicando un ulteriore rafforzamento delle relazioni bilaterali in tutti i campi.

Proprio nel settore della cooperazione allo sviluppo la Vice Ministra ha concluso per parte italiana un nuovo Accordo per il sostegno del Governo alla Funding Facility for Stabilization di UNDP: 2 milioni di Euro che verranno utilizzati a favore dei Governatorati iracheni liberati dal Daesh e del rientro di circa 5 milioni di sfollati nelle proprie aree di origine. Sereni ha valorizzato il nuovo contributo come un supporto concreto da parte italiana per il processo di stabilizzazione in Iraq e per garantire migliori condizioni di vita alla sua popolazione, sottolineando che un Iraq più sicuro è una priorità assoluta della Cooperazione italiana nel Paese.

Con la Rappresentante Speciale del SG ONU per l’Iraq, Jeanine Hennis-Plasschaert, il capo di UNDP in Iraq, Zena Ali Ahmad e i rappresentanti delle principali agenzie ONU in Iraq Sereni ha poi tenuto un pranzo di lavoro per rafforzare ulteriormente le sinergie tra Italia e sistema delle Nazioni Unite.

La giornata è proseguita presso il Centro Culturale Italo-Iracheno, co-gestito dal Centro Ricerche Archeologiche e Scavi dell’Università di Torino e dallo State Board of Antiquities and Heritage iracheno, dove la Vice Ministra ha preso parte a un panel sui diritti umani e sui diritti delle donne insieme a attiviste, rappresentanti istituzionali e esperte locali e internazionali della realtà politica irachena.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale