In Sicilia il MoVimento 5 Stelle c’e’

In Sicilia il MoVimento 5 Stelle aveva già vinto al primo turno ad Alcamo con @domenico Surdi, e contribuito alla vittoria di Fabio Roccuzzo sindaco a Caltagirone.
Oggi ai ballottaggi trionfa nei soli due comuni dove era presente: Lentini con Rosario Lo Faro e la nostra Maria Cunsolo Portavoce MoVimento 5 Stelle Consiglio Comunale Lentini, e SanCataldo dove vince con distacco l’ottimo Gioacchino Comparato Sindaco.
Sono risultati importanti, che spiegano ancora una volta come sia importante scegliere bene e insieme il candidato, il programma, le liste di ogni eventuale coalizione.

La controprova è la disfatta di Misterbianco, dove il PD ha scelto contro ogni logica di candidare ancora Nino Di Guardo, consegnando di fatto il comune alla destra, nonostante il buon risultato personale di Massimo La Piana.

Queste elezioni sono solo una tappa nel percorso lungo e importante che attende il Movimento, Giuseppe Conte e tutti noi.
Ma questa tappa dà indicazioni importantissime per il futuro, ed in particolare per le prossime elezioni regionali in Sicilia, e nei comuni di Palermo, Catania, Messina, Ragusa, Siracusa e tanti altri comuni importanti. I candidati giusti vincono (anche senza coalizione) se supportati realmente dalle forze che sulla carta li appoggiano.

Dobbiamo stare sui territori, ascoltarli, coinvolgerli di più e fare tesoro di dove abbiamo fatto bene e di dove abbiamo deluso: le sconfitte e le vittorie insegnano parimenti.

Anche verso le elezioni nazionali dobbiamo ragionare con oculatezza, e senza perdere tempo.
C’è in gioco, nel prossimo anno e mezzo, il futuro della Sicilia, di tante città importanti e del paese intero!
Il movimento 5stelle c’è, sa vincere e sa rimboccarsi le maniche quando sbaglia.

In bocca al lupo ai nostri sindaci e IN ALTO I CUORI!
P.S. intanto purtroppo le piogge potenti ci infliggono danni e lutti: la mia massima vicinanza ai parenti e gli amici dei due anziani scomparsi a Scordia, e a tutte le comunità colpite da questa ennesima calamità a cui le nostre infrastrutture sono totalmente inadeguate ad affrontare.
Speriamo che anziché parlare (ancora!) di ponte sullo stretto si abbia prima la lungimiranza di dare alla Sicilia strade e trasporti degni di un paese civile.

Dino Giarrusso