IN BARBA AL GREEN NEW DEAL L’UE CONTINUA A FINANZIARE I FOSSILI

IN BARBA AL GREEN NEW DEAL L’UE CONTINUA A FINANZIARE I FOSSILI

Nel 2019 la Commissione europea ha pubblicato il quarto elenco dei PIC, i Progetti di interesse comune. Tra questi, vi sono ben 32 progetti per il potenziamento della rete del gas fossile.

Una contraddizione nei confronti degli obiettivi del #GreenNewDeal che ho denunciato insieme ad altri colleghi con una interrogazione. La risposta della Commissione è arrivata in queste ore e come prevedibile non ci convince per nulla.

Con i Pic, Bruxelles sta di fatto continuando a finanziare i #fossili in barba agli obiettivi dichiarati di riconversione verde del settore energetico. La costruzione di nuovi gasdotti e il potenziamento di quelli esistenti renderanno più complicato il percorso di #decarbonizzazione della nostra economia e dreneranno risorse enormi che potevano essere utilizzate per il potenziamento delle fonti di energia rinnovabile e delle relative reti.

La stessa Commissione, qualche tempo fa, aveva ventilato l’ipotesi che i gasdotti potranno servire, una volta abbandonato il gas naturale, per il trasporto dell’ #idrogeno, considerato come fonte sostenibile. In realtà anche qui c’è molto da chiarire: uno, perché non è detto che le infrastrutture per il gas naturale siano adatte all’idrogeno. In secondo luogo, perché per produrre l’idrogeno ci sono due strade, una che passa sì dalle fonti pulite come eolico e solare, e l’altra che invece passa per il gas ‘ripulito’ dalla Co2.

Il primo è il cosiddetto idrogeno verde, il secondo è l’idrogeno blu. Il mio timore è che dietro i Pic si celi il tentativo di salvare il gas fossile mettendo ancora una volta in secondo piano le uniche fonti di energia che potranno garantire un futuro sostenibile al nostro Pianeta.

I progetti Pic potrebbero costare all’Ue circa 30 miliardi di euro. Un nuovo elenco di Pic dovrebbe essere presentato nei prossimi anni. Bruxelles, nella risposta alla mia interrogazione, promette che stavolta verrà dato adeguato spazio alle fonti rinnovabili.

Darò battaglia perché questo accada davvero e perché si metta fine al finanziamento dei fossili. A tal proposito, occorre promuovere progetti/studi per l’adeguamento della rete del gas al trasporto di idrogeno verde, in modo da evitare che i Pic in corso non si trasformino in un gigantesco spreco ai danni delle nostre tasche e dell’ambiente.



dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale:

FONTE : Rosa D’Amato – Portavoce M5s nel Parlamento EU