Impegno per evitare ritorno al passato

Palermo: D’Orso-Alaimo (M5S), impegno per evitare ritorno a passato Roma, 8 giu. (LaPresse)

“Gli arresti di questa mattina dimostrano come sul nostro territorio resistano logiche clientelari e politici che non disdegnano l’appoggio di personaggi legati a contesti mafiosi. Il compito di fare piena luce su quanto accaduto spetta alla magistratura, ma il fatto che un candidato alle elezioni amministrative di Palermo risulti indagato per una ipotesi di voto di scambio politico-mafioso è di per sé circostanza gravissima e un campanello d’allarme che non va ignorato. Non c’è spazio per ambiguità, non è possibile sottovalutare simili approcci e simili frequentazioni. I cittadini palermitani meritano una politica sana, non inquinata da interessi e appetiti illeciti”. E’ quanto affermato, in una nota dalle deputate siciliane del Movimento 5 Stelle Valentina D’Orso e Roberta Alaimo.

“Il Movimento 5 Stelle insiste da sempre su questi temi ed è evidente che non lo fa per vuota retorica o per una sua strana ossessione. I fatti, purtroppo, dimostrano la fondatezza delle nostre preoccupazioni ed è con i fatti che abbiamo sempre cercato di rispondere all’esigenza di spezzare i legami tra mafie e politica. Non a caso, abbiamo lavorato con impegno affinché tra i primi provvedimenti di questa legislatura ci fosse quello per l’inasprimento delle legge sul voto di scambio politico-mafioso”.

“A Palermo, come nelle altre città italiane, siamo al fianco di tutti quegli onesti cittadini che vedono nella legalità l’occasione migliore per il proprio futuro e per quello delle loro comunità”, concludono D’Orso e Alaimo.