IL “TURISMO DEL MARE” NON E’ SOLO CROCIERE, UE ELABORI CARTA PER TUTELARE AMBIENTE E COMPARTO

L’Ue elabori una Carta europea dei Turismi del mare con l’obiettivo di tutelare la “risorsa mare” e favorire nuove forme certificate di turismo sostenibile. E’ quanto ho chiesto insieme ad altri colleghi del Movimento 5 stelle in una interrogazione alla Commissione europea. Da decenni si parla di rendere sostenibile il turismo costiero e marittimo, ma poco ancora è stato fatto. Solo il turismo nautico dell’Ue crea fino a 234mila posti di lavoro e genera 28 miliardi di fatturato all’anno. Ma proprio per la sua rilevanza economica, occorre fare in modo che il suo impatto sull’ambiente sia sostenibile. Nel rispondere alla nostra comunicazione, la Commissione ha citato i lavori preparatori di quella che sarà la “Carta delle buone prassi per un turismo croceristico sostenibile”. In questo processo, Bruxelles “valuterà anche la sostenibilità ambientale, tra cui la protezione delle risorse marine e il turismo sostenibile nelle destinazioni meta di crociere”. Bene, ma non sufficiente. Come il M5S ha chiarito nella sua interrogazione, il turismo legato alla risorsa “mare” non è solo crociere. Serve un impegno globale che individui risorse e buone pratiche per l’intero comparto costiero e marittimo.



dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale:

FONTE : Rosa D’Amato – Portavoce M5s nel Parlamento EU