Terza ondata COVID-19 in Sudafrica. Il paese torna ad un blocco più rigoroso.

CITTÀ DEL CAPO: Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha annunciato domenica (30 maggio) che il suo paese tornerà a misure di blocco più severe di fronte a un forte aumento dei casi di COVID-19 che indicano che il virus è “di nuovo in aumento” nella nazione più colpita dall’Africa .

I casi positivi in ​​Sud Africa negli ultimi sette giorni sono stati del 31% più alti della settimana prima e del 66% più alti della settimana precedente, ha detto Ramaphosa in un discorso in diretta TV. Ha detto che alcune parti del paese, compreso l’hub commerciale Johannesburg e la capitale Pretoria, erano ora in “una terza ondata”.

“Non sappiamo ancora quanto sarà grave questa ondata o per quanto tempo durerà”, ha detto Ramaphosa.

In risposta, Ramaphosa ha detto che da lunedì il coprifuoco notturno sarà prolungato di un’ora per iniziare alle 23:00 fino alle 4:00. Un massimo di 100 persone saranno ammesse alle riunioni sociali al coperto e non più di 250 durante una riunione all’aperto. Il numero di persone che parteciperanno ai funerali sarà limitato a 100 persone e le riunioni dopo il funerale sono state completamente bandite, ha detto Ramaphosa. Le attività commerciali non essenziali devono chiudere entro le 22:00.

“Abbiamo avuto la tendenza a diventare compiacenti”, ha detto Ramaphosa, avvertendo che le infezioni da virus stavano “aumentando di nuovo” in un momento in cui il paese si trasferisce nei suoi mesi invernali e le persone erano più propense a riunirsi in casa, probabilmente aumentando ulteriormente le infezioni.

La decisione del Sud Africa di tornare a un blocco più severo rafforza – come la crisi in India lo ha già fatto in modo netto – come la pandemia globale sia tutt’altro che finita.

“Abbiamo visto in altri paesi le tragiche conseguenze di lasciare che il virus si diffondesse senza controllo”, ha detto Ramaphosa. “Non possiamo abbassare la guardia.”

Il Sudafrica ha più di 1,6 milioni di casi confermati di COVID-19 e oltre 56.000 decessi, oltre il 30% dei casi e il 40% dei decessi registrati da tutti i 54 paesi africani, secondo i Centri africani per il controllo delle malattie e Prevenzione. Il Sudafrica ha registrato 4.515 nuovi casi nelle ultime 24 ore e Ramaphosa ha affermato che il “tasso di positività” tra i test condotti è ora “motivo di preoccupazione”.

Il Sud Africa era sotto il livello di blocco uno, il più basso dei suoi cinque livelli, ma ora stava tornando a un “livello corretto due”, ha annunciato Ramaphosa. Le autorità si sono fermate prima di reimporre le misure rigorose come i limiti ai movimenti delle persone durante il giorno e un divieto di vendita di alcolici e prodotti del tabacco che a volte erano in vigore lo scorso anno.

Il Sudafrica ha visto due precedenti picchi di infezioni, il primo a metà dello scorso anno e una seconda ondata molto peggiore a dicembre e gennaio, quando l’emergere di una variante ha spinto le infezioni e le morti a livelli più alti rispetto alla prima ondata. Il virus stava attualmente seguendo “la stessa traiettoria” di quelle onde, ha detto Ramaphosa.

Gli esperti hanno avvertito che questa ondata, in arrivo con l’inverno dell’emisfero australe, potrebbe essere anche peggiore.

L’aumento dei casi ha anche attirato maggiore attenzione sul ritardo nell’introduzione del vaccino in Sud Africa. Solo l’1,5% circa dei 60 milioni di persone del paese ha ricevuto un vaccino. Gli operatori sanitari erano la priorità numero 1, ma meno di 500.000 degli 1,2 milioni di operatori sanitari sono stati vaccinati con l’iniezione monodose Johnson & Johnson. Il Sudafrica ha iniziato a vaccinare i suoi cittadini anziani solo due settimane fa. In totale, 963.000 sudafricani avevano ricevuto un vaccino entro domenica, ha detto il governo, sebbene la metà di loro abbia ricevuto solo la prima delle due dosi richieste del vaccino Pfizer-BioNTech.

Il Sudafrica ha “assicurato” più di 50 milioni di vaccini, ha detto Ramaphosa, ma attualmente ne ha solo 1,3 milioni nel paese. Altre dosi Pfizer-BioNTech dovrebbero arrivare la prossima settimana, e successivamente settimanalmente, ha detto. Il Sudafrica spera di vaccinare circa 40 milioni di persone entro la fine dell’anno, un obiettivo che sembra sempre più improbabile.