Il PNRR , il motore della rinascita del SUD

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza rappresenterà il motore della rinascita, la spinta per la ripartenza dell’economia del Paese.

Oltre al 40% del PNRR al Sud spetteranno altre risorse:
+più del 64% del React-Eu: 8,4 miliardi complessivi. I fondi del React-Eu rappresentano una integrazione del ciclo della politica di coesione europea 2014-2020 e saranno erogate nel 2021 e 2022 per progetti da realizzare entro il 2023;
+58 miliardi del Nuovo ciclo Fondo di sviluppo e coesione (FSC) 2021-2027, che dovrà essere impiegato in linea con le politiche settoriali di investimento e di riforma previste nel PNRR, secondo un principio di complementarietà e di addizionalità delle risorse. La nuova programmazione del FSC dovrà riguardare il finanziamento di tutti quegli interventi infrastrutturali strategici per il Mezzogiorno, il cui orizzonte temporale di realizzazione superi il limite temporale previsto dal PNRR. In questo ambito, in particolare, un ruolo centrale verrà dato al finanziamento dei lotti delle reti ferroviarie TNT del Mezzogiorno che saranno realizzati dopo il 2026;
+54 miliardi del Nuovo ciclo Fondi strutturali europei 2021-2027.

Questo risultato è stato possibile grazie al lavoro analitico di ricognizione che il Ministero per il Sud e la Coesione territoriale ha svolto insieme al Ministero dell’Economia per individuare ed esplicitare chiaramente gli interventi indirizzati al Sud, con la relativa entità di risorse necessarie.
L’obiettivo è chiaro: ridurre il divario tra il Mezzogiorno e il resto del Paese promuovendo una nuova stagione di convergenza tra Sud e Centro-Nord.

Le 6 Missioni del PNRR, con le rispettive percentuali destinate al Sud, sono le seguenti:
1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura – 36,1%
2 – Rivoluzione verde e transizione ecologica – 34,0%
3 – Infrastrutture per la mobilità sostenibile – 53,2%
4 – Istruzione e ricerca – 45,7%
5 – Inclusione e Coesione – 39,4%
6 – Salute – 34,0%

Ci sono, inoltre, circa 15 miliardi non territorializzati, vale a dire azioni di sistema quali, ad esempio, interventi di digitalizzazione, cyber security, ITC, che hanno ricadute su tutto il territorio italiano specie al Sud.
👉🏻Ultimo, ma non per importanza, il tema del vincolo di destinazione territoriale dei bandi di gara del Recovery Plan, che saranno elaborati dai singoli ministeri e attraverso i quali le risorse per il Sud potrebbero aumentare ulteriormente.
Far crescere il Mezzogiorno è prerogativa indispensabile e necessaria per le sorti del Paese: non possiamo più attendere. Proseguiamo a lavorare, cooperando tra tutti i livelli istituzionali. Forza!

Dalila Nesci