Il nostro Presidente ha restituito all’Italia il giusto riconoscimento internazionale

Il nostro Presidente ha restituito all’Italia il giusto riconoscimento internazionale

L’anno appena trascorso ci ha messo di fronte a grandi sfide, ma la guida del nostro Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nonostante il momento di estrema difficoltà, ha restituito all’Italia, per la prima volta dopo decenni, il giusto riconoscimento – soprattutto a livello internazionale – ponendo il nostro Paese come un esempio anche per quegli Stati che fino a poco tempo prima ci guardavano con diffidenza.

Di difficoltà ce ne sono state tante, non lo neghiamo. Ma il lavoro del Governo è stato incessante e focalizzato solo sul bene e la ripresa del Paese.

È notizia di oggi che sono stati eseguiti tutti i bonifici dei ristori del Decreto Natale, per un totale di 628 milioni euro: una boccata di ossigeno per tutte le attività che hanno subito delle restrizioni nel mese di dicembre.
Queste risorse si aggiungono a tutti gli altri ristori stanziati da inizio pandemia, ma il Paese continua ad avere bisogno di ingenti misure strutturali. Ecco perché, ora più che mai, dobbiamo continuare a lottare per dargli unità e stabilità.

Se nella gestione della crisi pandemica il sistema Italia, pur non negando le difficoltà del caso, ha dimostrato di funzionare ed essere un esempio da seguire, il merito è senz’altro di tutti coloro che, giorno dopo giorno, rendono tutto ciò possibile: cittadine e cittadini, personale sanitario, forze dell’ordine e tutte le istituzioni che non solo si stanno impegnano nell’affrontare questa sfida ma, nella maggior parte dei casi, lo fanno con leale collaborazione.

E non è il caso di dimenticarcene proprio ora, che il Paese ha più che mai bisogno di noi, soprattutto se per meri interessi personali!

Sabrina De Carlo

Leggi anche

AL SAN RAFFAELE TIROCINANTI NEI REPARTI OSPEDALIERI SENZA VACCINO, REGIONE SI DIMENTICA DI LORO

AL SAN RAFFAELE TIROCINANTI NEI REPARTI OSPEDALIERI SENZA VACCINO, REGIONE SI DIMENTICA DI LORO

Questa mattina gli studenti dell’Università Vita-Salute San Raffaele (UniSR) hanno dovuto iniziare i sei mesi …