Il Ministro dell’Interno sappia che il MoVimento 5 Stelle è pienamente consapevole delle cose di cui deve occuparsi.

di Anna Bilotti:

Il Ministro dell’Interno sappia che il MoVimento 5 Stelle è pienamente consapevole delle cose di cui deve occuparsi.

Lavoriamo senza sosta da un anno per riportare i bisogni della vita reale nell’agenda politica. Molto spesso, però, “l’essenziale” come si legge in uno dei miei libri preferiti “ è invisibile agli occhi “. Se lo scrivesse oggi, Antoine de Saint-Exupéry direbbe che “non passa attraverso i selfie, i bagni di folla, le felpe e le ospitate nei talk”.

Non abbiamo alcuna trattativa “carbonara” in corso con le opposizioni, con le quali esiste un dialogo democratico che ha come unico obiettivo quello di poter realizzare in maniera condivisa obiettivi per i cittadini di cui siamo dipendenti. Nel corso delle competizioni elettorali che si sono susseguite in quest’anno di governo abbiamo sempre corso da soli, rinunciando a “tipiche” alleanze che ci avrebbero certamente garantito maggior consenso ma avrebbero svilito la nostra essenza.

Nella consapevolezza che governiamo il Paese sulla base di un contratto di governo, ribadiamo che ci sono capisaldi che non sono negoziabili e tra questi per il Movimento c’è orgogliosamente la questione morale. Abdicarvi significherebbe cambiare tutto “perché nulla cambi“. E Il Gattopardo, caro Ministro, lasciamolo in libreria.

Anna.