Il M5S all’Ars annuncia voto contrario al bilancio: “Comuni in ginocchio per tagli inammissibili e somme incerte”

“L’unica certezza è l’incertezza delle somme che si utilizzeranno, oltre ai tagli inammissibili ai Comuni: non possiamo che votare contro a questo Bilancio”. 

Il M5S all’Ars annuncia il suo “no“ al voto finale al ddl sul Bilancio regionale. 

“Non possiamo votare un bilancio – dice il capogruppo Giorgio Pasqua – che rischia di condannare a morte, o quasi, i Comuni, ai quali sono stati dati numerosi compiti in più tagliandogli, per giunta, i fondi, tra i quali gli 86 milioni per la disabilità che azzereranno, o quasi, i servizi sociali”.

“ I tagli ai Comuni – gli fa eco  Luigi Sunseri, membro della seconda  commissione dell’Ars – sono inaccettabili  sia per la sforbiciata ai 130 milioni destinati alla parte corrente, sia per i 115 milioni per i trasferimenti destinati agli investimenti, questi ultimi totalmente espunti dal bilancio regionale  e messi a carico dei fondi Poc,  su cui ruota, assieme ai fondi strutturali,  tutta la manovra finanziaria per un miliardo e 500 milioni circa. E qui sta il punto interrogativo: i fondi Poc, in parte forse vincolati,  sono utilizzabili per finanziare prestiti al consumo e alle famiglie, per ricapitalizzare  società in perdita della Regione e per finanziarie a fondo perduto le imprese? Il dubbio c’è ed è grande come una casa e su questo va fatta chiarezza per rispetto dei siciliani”.




Di sicilia5stelle:

FONTE : sicilia5stelle

(Visited 1 times, 1 visits today)