Il depuratore di Castelvetrano scivola verso il mare, i deputati M5S all’Ars: “Gravi rischi, Regione intervenga con urgenza assoluta” 

Il capogruppo 5 Stelle Di Paola: “Disastro ambientale annunciato, incalzeremo il governo regionale con atti parlamentari”. Il sindaco di Castelvetrano, Alfano: “Non si può più attendere, ma occorrono somme consistenti per un intervento risolutivo”

“Se continua così, il depuratore di Marinella di Selinunte, a Castelvetrano, rischia di franare verso il mare. Non si può più aspettare. Sollecitiamo un intervento infrastrutturale della Regione di fronte a quella che appare come una vera e propria emergenza”. 

Lo dichiarano i deputati regionali del Movimento 5 Stelle, con in testa il capogruppo, Nuccio Di Paola, per il quale “ci troviamo di fronte, ancora una volta, all’atteggiamento vergognoso degli enti preposti e del governo regionale, che ancora stanno a guardare, o forse neanche guardano, dimostrando distrazione e lentezza di fronte a quello che è un disastro ambientale annunciato. Visto che non si muove nulla – annuncia Di Paola – metteremo tutto nero su bianco, con atti parlamentari che possano incalzare il governo regionale a intervenire con la massima urgenza sul caso di Castelvetrano”. 

“Il problema – spiega il sindaco 5 Stelle di Castelvetrano, Enzo Alfano – riguarda la vasca di cemento dove transitano i reflui che vengono scaricati dal depuratore verso il pennello a mare. Il terreno è argilloso e subisce continui smottamenti. A causa di questi movimenti franosi, la vasca rischia di scivolare verso il mare. Non c’è dubbio che si tratti di una situazione di assoluta emergenza, ma con le risorse a disposizione dell’amministrazione comunale riusciamo solamente a programmare degli interventi-tampone, mentre occorrono somme consistenti per un intervento risolutivo. La cosa certa è che non si può più aspettare, ogni giorno che passa il rischio è crescente”. 



Di sicilia5stelle:

FONTE : sicilia5stelle