Il bene del Paese non è negoziabile

La decisione di Giuseppe Conte di non candidarsi al seggio parlamentare di Roma per dedicarsi a tempo pieno alla ripartenza del MoVimento, è un grande gesto di serietà e di rispetto verso i cittadini romani, verso il Parlamento e verso il M5S.

Molti altri, al suo posto, avrebbero approfittato dell’occasione per accaparrarsi una poltrona che poi, per occuparsi degli “impegni” di partito, avrebbero lasciato sistematicamente vuota. Un po’ come fanno certi leader assenteisti del centrodestra.

Per noi, invece, come ha detto Conte, la priorità è quella di “tornare a far sentire la nostra voce in modo chiaro e forte” e di lavorare, come sempre, “per un obiettivo non negoziabile che è il bene del Paese”.

Francesco Silvestri

Il bene del Paese non è negoziabile - M5S notizie m5stelle.com