Questo è un bel Paese solo per certe persone

Vacanze di Pasqua, vacanze di Natale, vacanze di fine anno, vacanze del primo Maggio, vacanze del 25 Aprile, vacanze estive, vacanze invernali, ma quante cazzo di vacanze esistono? Ma i soldi da dove si prendono per fare le vacanze?

Sento lamenti per mancate vacanze pasquali e mi viene in mente un film di Totò: e non si può sciare, e non si può ballare, e non si può mangiare, e non si può bere, e non si può parlare, e qui si esagera, al mio paese c’è più libertà! Tanti italiani recriminano sulle vacanze che non hanno potuto fare.

Io ringrazierei la Madonna di Pompei per una settimana al mare sotto una tenda canadese su una spiaggia libera, ma non ci sono spiagge libere e quelle poche che esistono sono piene d’immondizia, senza servizi e senza controlli, con il rischio che qualche topo di fogna si fotti anche il panino con la mortadella che ti riservi per la cena, e il parcheggiatore abusivo ti chieda il pizzo per parcheggiare la tenda!

Mi direte: qualcuno lavora e guadagna e si merita una vacanza quando cazzo vuole. Qualcuno? E chi sarebbe questo qualcuno? Un dipendente pubblico? Un operaio metalmeccanico? Un dipendente di Amazon? Un impiegato alle Poste? All’INPS? All’ufficio oggetti smarriti? Magari un infermiere, un autista di ambulanze, un addetto alle pulizie? Forse una cassiera di supermercato? Un addetto al call center? Ma quali sono questi lavori che ti permettono di conservare soldi per una vacanza?

Se si valutano i salari italiani i conti non mi tornano, anzi mi piacerebbe, quando intervistano le persone che partono per le vacanze, chiedessero loro: ma lei che lavora fa? Quanto le costa questa vacanza? Spesso sorridono e non rispondono!

Forse solo gli scapoloni impenitenti che tra loro organizzano vacanze fanno le vacanze, ma una famiglia con tre figli dove cazzo va? Poi dicono che le nascite sono diminuite!

Ma non vi allarmate, la prossima estate ci saranno milioni di italiani in vacanza, non ci sarà un metro di spiaggia senza un corpo umano disteso al sole, e i villaggi turistici saranno colmi malgrado i prezzi raddoppiati.

C’è un cazzaro che se ne va in giro per paesi arabi, vacanze a sbafo ma da dove prende tutti questi soldi? Eppure non ha un lavoro specifico, se non quello di distruggere partiti e governi, forse sarà il mestiere del futuro?

Non sono nichilista, cinico, invidioso, nulla di tutto ciò, ma risulta evidente che chi lavora 12 ore al giorno è sempre più povero, e chi comanda, evade le tasse, sfrutta il prossimo, ruba, o fa politica può permettersi ogni vacanza possibile.

Siamo un popolo di infelici, di gente distratta, di cuori solitari e di solitarie speranze.

Si aspettano i turisti che rimpolpino le tasche di tanti commercianti, i soliti turisti con un sacco di soldi, e anche questo è un mistero, ma come fanno? Tedeschi, giapponesi, svizzeri, americani, cinesi, anche i cinesi? Mah, boh, mumble, mumble…

Questo è un bel Paese solo per certe persone, Dante: «Del bel paese là dove ’l sì sona», Inf. XXXIII, 80 – e del Petrarca: «il bel paese Ch’Appennin parte, e ’l mar circonda e l’Alpe», Canzoniere; ma non immaginavano certamente questa Italia nel 2021!

Bruno Fusco