Il 5G per rilanciare l’Italia in sicurezza

Il 5G per rilanciare l’Italia in sicurezza - M5S notizie m5stelle.com

Oggi ho partecipato al convegno online “Il 5G per rilanciare l’Italia in sicurezza”, organizzato dall’Osservatorio sulla sicurezza del 5G dell’Istituto per la Competitività (icom).

Al tavolo virtuale sono intervenuti tra gli altri la Sottosegretaria allo Sviluppo Economico Mirella Liuzzi, il Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri Roberto Chieppa, il vicepresidente del Copasir Adolfo Urso, insieme alle società e aziende del settore delle telecomunicazioni.

La quinta generazione mobile, il 5G, è una grande opportunità in termini di crescita e sviluppo a livello globale che deve essere conciliata con gli aspetti legati alla sicurezza. Per fare ciò è indispensabile rafforzare la sinergia tra i Dicasteri competenti e, stimolare con un approccio costruttivo, il dialogo tra le istituzioni e i principali stakeholder impegnati in questo settore.

In Europa solo 779 persone ogni 100.000 abitanti sono attualmente connesse in 5G. Un risultato ben al di sotto degli altri Paesi avanzati nei quali si registra un numero ben più elevato di cittadini che utilizzano servizi di quinta generazione. A guidare la classifica è la Corea del Sud con 16.744 utenti ogni 100.000 abitanti, seguita dalla Cina con 12.790. Più indietro si collocano gli Stati Uniti.

L’Italia, insieme agli altri Paesi dell’UE, deve potenziare lo sforzo in termini di investimenti. In tale ottica, il Recovery fund rappresenta una grande opportunità per la creazione di una tecnologia 5G europea che non possiamo lasciarci sfuggire. Ciò va necessariamente completato da norme e regolamenti comuni entro il quale sviluppare le reti di quinta generazione.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo