Il 18 marzo Giornata per le vittime del Covid-19. Montecitorio ha detto sì

Il 18 marzo Giornata per le vittime del Covid-19. Montecitorio ha detto sì

di Stefania Mammi e Roberto Rossini, portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera


La Camera ha approvato la proposta di legge che istituisce una Giornata in memoria delle vittime del Covid-19, ora in attesa del passaggio al Senato. La data scelta, è quella del 18 marzo, il giorno in cui tutto il Paese si è stretto attorno alla città di Bergamo, lacerata dal dolore per le perdite subite.

Insieme ci siamo aiutati, supportati e abbiamo affrontato l’emergenza con disciplina e rigore, per uscirne presto e soprattutto bene. Ma quei giorni terribili rimarranno per sempre nella memoria di tutti. Non possiamo dimenticare il dolore e la sofferenza di chi non ha potuto stringere la mano dei propri cari e dare loro un ultimo saluto.

Vogliamo che quella data diventi un momento di raccoglimento e di memoria collettiva, che ci aiuti a proseguire nella strada che abbiamo tracciato durante il lockdown, fatta di solidarietà, unione, uguaglianza e compassione. I sacrifici fatti da tutti e in particolare quelli di medici, infermieri e personale sanitario, non devono andare persi.

Costruire la nostra memoria collettiva, coltivarla e rafforzarla, ci permetterà di correggere gli errori del passato ed essere più forti e consapevoli in futuro. Lo dobbiamo soprattutto a chi non c’è più e alle loro famiglie.