I SINDACI LEGHISTI SENZA RISORSE PER L’ACCOGLIENZA? CHIEDANO AI COMMERCIALISTI DELLA LEGA, SIA MAI SALTINO FUORI 49 MILIONI

La Lega fa sapere che i suoi sindaci non si faranno carico di nessuno dei sessanta migranti che il Viminale intende smistare in Lombardia, perché la crisi ha ridotto le risorse? Potrebbero chiedere ai loro commercialisti come risolvere il problema, non sia mai saltino fuori anche quei 49 milioni di soldi pubblici dei cittadini italiani che la Lega ha fatto sparire.

Ormai surclassata a destra da FDI la Lega riprende a fare campagna elettorale sulla pelle delle persone.

Con una sola dichiarazione sono riusciti a speculare sulla tragedia della pandemia, che qui in Lombardia ha riscosso il suo tributo più tragico anche a causa della loro incapacità nel gestire l’emergenza, e sul problema legato ad accoglienza e immigrazione. Facendone una questione di soldi. Uno squallore raro. Dov’era il “prima gli italiani” quando la Lombardia è rimasta una settimana extra in zona rossa perché loro non sapevano raccogliere i dati? Quando Fontana, Moratti e Bertolaso hanno scelto di puntare sul loro portale ARIA ritardando di mesi il piano vaccinale? Dov’era il “prima agli italiani” quando la delibera della Giunta regionale ha aperto al virus le porte delle RSA?



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa