I grandi silenzi che garantiscono i consensi alla Giunta Fedriga

“Nelle ultime settimane abbiamo letto notizie che avrebbero dovuto far saltare più di qualcuno dalla poltrona. E invece la Giunta Fedriga preferisce fingere di non vedere e non replicare per evitare che qualche cittadino curioso legga si informi e capisca. Solo così si può mantenere un alto consenso nei sondaggi”. Lo afferma il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Cristian Sergo.

Nell’ordine:
• la confisca di ulteriori 16 beni alla mafia nel Comune di Martignacco;
• ‘Striscia la Notizia’ che dedica ben tre servizi, in tre puntate andate in onda in prima serata, ponendo seri dubbi sull’efficacia delle pellicole ‘anti Covid’ utilizzate in ospedali e autobus e pagate con fondi regionali;
• Arpa FVG risolve il contratto di manutenzione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria ipotizzando che la validità legale dei dati sia stata inficiata dalle inadempienze della ditta cui ha affidato il servizio;
• l’osservatorio della legalità del Friuli Venezia Giulia ha chiesto il commissariamento del depuratore di Lignano, con la salmonella, che tanto scalpore fa negli ovetti di cioccolato, ma che gira indisturbata per il nostro mare da due mesi e mezzo;
• a Palmanova, per entrare in Pronto Soccorso, bisogna aspettare fuori dalla porta;
• i medici di Trieste vanno a fare i vaccini a Monfalcone perché da loro ci sono i privati;
• la notizia di ieri che ormai non fa più nemmeno scalpore, con l’avvallamento dell’asfalto nell’autostrada A4.

“Tutte sollecitazioni – conclude Sergo – che meriterebbero una seria spiegazione di quanto stia succedendo in Regione, ma come detto, si preferisce tacere e far passare tutto per normale, alla peggio è colpa del Governo Conte, peccato che al Governo sieda il centrodestra, quasi al completo, da più di un anno, ma evidentemente non se ne rendono conto nemmeno loro”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia