I governi di larghe maggioranze, con tutti dentro, servono a poco.

Quelli “dell’avessimo potuto…” li sentiremo tra qualche mesetto, e questa sarà la risposta più scontata, vale per tutti i partiti sia chiaro, questi governi di larghe maggioranze, con tutti dentro, servono a poco.

La tavola imbandita è gigantesca e molti sono gli appetiti, ma l’identità non è acqua ma vino buono, con sue peculiarità riconoscibili, e allungarlo con l’acqua, per farne più litri è da venditore disonesto.

Meglio un litro di quello buono, si direbbe, ma i tempi sono cambiati, e più la mangiatoia si allarga, più vino serve, e chi è seduto al tavolo migliore si beve il meglio e per i cittadini mettici l’acqua.

Preparativi al decalogo seguente:
– “avessimo potuto governare da soli…”
– “ma io l’ho sempre detto…” (Sileri insegna)
– “bisogna ritrovare uno spirito identitario…”
– “abbiamo imposto i nostri temi…”
– “adesso con Conte alla guida…”
– “adesso il centrodestra si deve unire, ma Renzi? Potrebbe…”
– “adesso i progressisti si devono unire, ma Renzi? Potrebbe…”
– “adesso è il momento per ripartire…”
– “Draghi è stato un obbligo per tutti noi…”
– “se i cittadini ci daranno fiducia…

Intanto il cazzaro d’Arabia e ancora vivo politicamente, la Meloni guadagna consensi, Brunetta cresce a vista d’occhio, magia della politica, Gasparri è diventato indispensabile, è Berlusconi è stato resuscitato, e qualcuno lo vuole al Quirinale.
Saranno stati tutti opposizione e non ci sarà mai un limite alla vergogna.

Bruno Fusco