“Google Maps” del corpo umano

“Google Maps” del corpo umano

Di Il Blog di Beppe Grillo:

Il corpo di un adulto umano è composto da trilioni di cellule invisibili a occhio nudo. Sebbene la scienza moderna abbia scoperto gran parte del mistero relativo al modo in cui queste cellule interagiscono, la verità è che molto ci è ancora sconosciuto.

Un gruppo di scienziati ha così deciso di aiutarci a comprendere meglio i modi in cui queste cellule si connettono, interagiscono e si organizzano nei tessuti e negli organi all’interno del nostro corpo creando una “Google Maps del corpo” che consente a chiunque di fare un tuffo profondo nell’essere umano a livello cellulare .

“I nostri metodi attuali di mappatura complessiva del corpo umano sono limitati” , spiega in un comunicato stampa Jonathan Silverstein, professore presso il Dipartimento di Informatica Biomedica presso la Scuola di Medicina dell’Università di Pittsburgh . “Non ci sono dati sufficienti in questo momento per affrontare diverse malattie”.  

Silverstein fa parte di un gruppo internazionale di scienziati medici che stanno lavorando alla creazione della nuova mappa 3D cellulare interattiva del corpo umano, la HuBMAP, Human BioMolecular Atlas Program. 

Il programma HuBMAP mira a creare una sorta di atlante che può essere utilizzato prevalentemente dai medici per aiutarli a visualizzare, studiare e comprendere il corpo umano con un incredibile livello di dettaglio.

HuBMAP è composto da 18 team di ricerca collaborativa provenienti da tutti gli Stati Uniti e  Europa. Per mappare il corpo umano, i ricercatori prelevano campioni di sangue da diverse parti del corpo da donatori. Questi campioni vengono quindi intrecciati digitalmente per creare la mappa del corpo umano in 3D.

Una mappa completa del corpo umano avrà vari usi nel mondo reale. Ad esempio, può aiutare i medici nello sviluppo o nella progressione di una malattia, così come aiutare i medici o gli educatori a visualizzare il corpo per i loro pazienti o studenti.

Questa settimana, HuBMAP ha rilasciato i suoi primi dati al mondo, che possono essere trovati a questo link:  portal.hubmapconsortium.org.

“Il confronto tra cellule normali e diverse condizioni di malattia sarà molto istruttivo per lo sviluppo di strategie per il trattamento di molte malattie”, spiega Silverstein. “Ho realizzato molti grandi progetti nella mia carriera, ma questo è senza dubbio il più entusiasmante perché il numero di modi in cui verrà utilizzato è semplicemente straordinario”, ha continuato. “Sarà una grande risorsa per molto tempo”.

Ecco il video di presentazione
https://www.youtube.com/watch?v=yCh



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo