Gli zozzoni, i criminali che sporcano le nostre strade

Le immagini che vedete parlano chiaro: gli zozzoni di Roma, i criminali che sporcano le nostre strade con i propri rifiuti, non hanno quartiere. Letteralmente. Lo dicono i dati raccolti dal Nucleo Ambiente e Decoro (Nad) della Polizia Locale di Roma Capitale, che ho fortemente voluto per contrastare i fenomeni di abbandono illegale di rifiuti. Ma, soprattutto, lo dimostrano le immagini delle foto-trappole che abbiamo piazzato in tutti i Municipi.

Da Laurentina a Saxa Rubra, dalle periferie alle vie del centro storico, le telecamere hanno fotografato un fenomeno capillare. Armadi, camerette, lavandini, materiali di risulta, scarti edili e rifiuti pericolosi: nei cassonetti è stato trovato di tutto.

A volte, come sappiamo, è opera di singoli incivili, altre volte invece l’inquinamento è collegato a veri e propri business criminali: svuota-cantine abusivi o delinquenti che, una volta presi accordi con aziende private, sversano rifiuti ingombranti o speciali nelle aree verdi di Roma o in zone di passaggio, poco trafficate.

La nostra battaglia a questi criminali, in questi cinque anni, è stata totale: abbiamo istituito il Nad, sono state elevate multe per milioni di euro, abbiamo installato potenti telecamere che riescono a individuare i colpevoli dai volti o dalle targhe. È ora di portare avanti questo sforzo, senza paura di intimidazioni e sabotaggi. Andiamo #AvantiConCoRAGGIo.

Virginia Raggi