Gli attacchi alle donne sono vergognosi e preoccupanti.

Minacce di morte, allusioni sessuali e aggressioni verbali di ogni tipo. Negli ultimi due anni Lucia Azzolina ha subito tutto questo.
Gli attacchi che le sono stati rivolti sono vergognosi e preoccupanti.

L’autore di questa terribile campagna ha nome e cognome, si chiama Pasquale Vespa, ed oggi ha un procedimento penale in corso per diffamazione reiterata a mezzo stampa. È incomprensibile come un sottosegretario all’Istruzione, e dunque un rappresentante delle nostre istituzioni, possa averlo chiamato al proprio fianco.
Lucia vive sotto scorta da più di un anno a causa di queste minacce.

E come lei, purtroppo, molte altre donne ogni giorno si confrontano con insulti e squallide volgarità, non solo sui social.

C’è un serio problema culturale in questo Paese, dobbiamo dircelo, e i gesti sono importanti. I gesti valgono, a volte fanno la differenza.

Ringrazio dunque il ministro Bianchi per essere intervenuto, chiedendo la revoca dell’incarico assegnato a Vespa. Non era scontato. È stato un segnale molto importante, di fiducia ma soprattutto di rispetto.
A Lucia mando un abbraccio, è una combattente e noi le siamo accanto.
Luigi Di Maio