Giunta e maggioranza dicono no a ulteriori risorse per operatori sanità

“Il centrodestra dice due volte no alla nostra proposta di incrementare le risorse a favore del personale sanitario impegnato nella lotta al Covid”. Lo denuncia il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Andrea Ussai.

“A giugno la Regione aveva stanziato 2 milioni di euro lordi in più per il personale del Sistema Sanitario Regionale coinvolto nell’emergenza, rispetto agli oltre 9 milioni messi dallo Stato – ricorda il portavoce pentastellato -, e si era impegnata però a verificare la capienza delle risorse entro fine anno rispetto a quanto previsto dall’accordo siglato con i sindacati ad agosto. Verifica mai avvenuta nonostante i numerosi solleciti, l’ultimo il 14 di dicembre”.

“In considerazione del particolare impegno richiesto al personale nell’attività di contrasto all’emergenza pandemica nel secondo semestre del 2020, come auspicato dalle organizzazioni sindacali, abbiamo richiesto di incrementare le risorse aggiuntive regionali di ulteriori 4,5 milioni – spiega Ussai -. Ci è stato chiesto di ritirare l’emendamento e di presentare un ordine del giorno per avere un impegno della Giunta”.

“Ma la parola, anche questa volta, non è stata mantenuta e il presidente Fedriga ha respinto la nostra richiesta di impegnarsi a incrementare le Risorse Aggiuntive Regionali per il 2021 – sottolinea il consigliere M5S -. Veramente una brutta figura di questa maggioranza che, oltre allo sgarbo istituzionale nei nostri confronti, non ha voluto considerare le richieste di chi ogni giorno è in prima linea a contrastare la pandemia”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia