Frediani (M5S): “Mentre i disastri ambientali mostrano la fragilità del territorio, la politica pensa alle grandi opere. In marcia per dire ancora no al Tav l’8 dicembre”

No tav corteo

“I fiumi esondano e i Comuni sono all’asciutto, i ponti crollano, le fabbriche chiudono e la politica pensa alla grandi opere inutili. Domenica 8 dicembre marcia No Tav Susa Venaus” condivido le parole dei sindaci dell’Unione Montana Valsusa per ribadire ancora una volta la mia contrarietà a quest’opera inutile, costosa e devastante.
Il partito trasversale delle grandi opere continua a sostenere questa assurdità, contro ogni ragionevolezza e contro ogni evidenza scientifica, segno di un frattura insanabile con i territori e di una reale incapacità di individuare e sostenere le reali priorità.

Per queste ragioni domenica sventolerà ancora senza ipocrisie e con orgoglio la mia bandiera No Tav, senza la minima incertezza rispetto a quale sia il mio posto. Così come l’8 dicembre 2005 e in tutti gli anni successivi, sarò in marcia con il corteo che partirà da Susa e si muoverà verso Venaus anche per esprimere solidarietà agli attivisti che in questi giorni hanno subito pesanti condanne.
Perché nessuno di noi può considerare “questione chiusa” una storia di resistenza trentennale.

Francesca Frediani, Capogruppo M5S Piemonte



Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:

FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte

(Visited 1 times, 1 visits today)